Chiarelli interpella il Governo su SS172 e depuratore. Oggi conferenza stampa a Taranto

/ Autore:

Ambiente, Politica


A distanza di circa 4 mesi dal sequestro del depuratore di Martina Franca (Taranto) e di un tratto della statale 172, che ha diviso in due la intera Valle d’Itria compromettendo la già critica situazione economica, e creando enormi disagi alla cittadinanza, nessuna soluzione si intravede, almeno in tempi brevi. L’On.le Gianfranco Chiarelli (Conservatori e Riformisti) invoca l’intervento del governo depositando una interpellanza ai ministri competenti, con la quale richiede:

  • Se siano a conoscenza di quanto sopra esposto ed abbiano piena cognizione della gravità della situazione, e se ritengano pertanto, nei limiti delle proprie attribuzioni, esercitare azione ispettiva finalizzata a determinare le responsabilità di quanto venutosi a determinare, assumendo i consequenziali provvedimenti; ciò anche in relazione ad un quadro generale di obsolescenza della intera rete di depurazione pugliese, da cui derivano le problematiche che hanno prodotto l’intervento della magistratura nel caso di Martina Franca;
  • se ritengano di intervenire al fine di sollecitare l’adozione in tempi rapidi di ogni necessaria azione utile a ripristinare la funzionalità del sistema viario sottoposto a sequestro;
  • se intendano attivarsi, nell’ambito delle rispettive competenze, presso la Regione Puglia, il Comune di Martina Franca e le autorità e gli enti coinvolti, affinché vengano individuate, in riferimento al gravissimo dissesto idrogeologico e ai continui fenomeni di allagamento da acque reflue, immediate soluzioni tecniche a vantaggio dei territori, in un’ottica di concreto contrasto all’allarme ambientale e sanitario in atto.

Di tale questione, della vicenda Ilva e della posizione rispetto al referendum costituzionale l’on.le Chiarelli parlerà agli Organi di Informazione oggi alle ore 12, in via D’ Aquino 75 a Taranto nel corso di una conferenza stampa.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?