SS172 e depuratore, Perrini presenta interrogazione in Regione

/ Autore:

Ambiente, Politica



Questa mattina il Consigliere regionale CoR Renato Perrini ha presentato una interrogazione urgente in merito alla Strada Statale 172 “Valle D’Itria” chiedendo soluzioni urgenti e risolutive in via definitiva, per riaprire il tratto sequestrato e quindi interrotto:

La Procura di Taranto, lo scorso 12 febbraio, ha sequestrato, senza facoltà d’uso, un tratto di strada fra Martina Franca e Locorotondo, perché ha ritenuto concreto il rischio di cedimento strutturale di un asse viario indebolito dal cattivo funzionamento del depuratore. Si tratta di un provvedimento drastico ma necessario per giungere ad una soluzione. Oggi però esiste un problema di mobilità tra Martina Franca e Locorotondo, e quindi anche tra l’Adriatico e lo Jonio. I mezzi sono costretti a percorrere strade alternative, tratturi di campagna, asfaltati male e pieni di sterpaglie e quindi senza manutenzione. A questo si aggiunge che l’area coinvolta dal sequestro è a vocazione turistica ed è evidente che con la viabilità attuale non è pensabile poter superare senza disagi enormi per residenti e turisti, la stagione che abbiamo di fronte.

L’economia della Valle d’Itria sta subendo un grave contraccolpo: le prenotazioni stanno calando, a causa della chiusura della statale 172, e dunque le strutture ricettive non stanno assumendo personale per il periodo estivo, perché costrette dalla contingenza a rivedere la gestione. Della questione si è anche occupato nei giorni scorsi l’onorevole Gianfranco Chiarelli, Conservatori e Riformisti, invocando l’intervento del Governo e depositando un’ interpellanza ai ministri competenti. Chiedo quindi al presidente del Consiglio regionale, al presidente della Giunta regionale, all’assessore ai Trasporti e Lavori Pubblici e all’assessore all’Agricoltura e Risorse agroalimentari, quali iniziative urgenti e risolutive in via definitiva, intendono attuare, per far sì che venga riaperto rapidamente il tratto interrotto della SS 172.


commenti

E tu cosa ne pensi?