Un Suv distrutto nella notte. Ma il giudice li assolve

/ Autore:

Cronaca



Sono stati accusati di danneggiamento aggravato, per aver distrutto un costoso Suv per motivi di gelosia, ma il giudice li assolve. I fatti, accaduti a Martina Franca a maggio del 2011, riguardano due ragazzi di Martina Franca, che all’epoca avevano circa vent’anni, accusati di aver distrutto il Suv dei genitori di un rivale in amore di uno di loro. Lunedì il tribunale di Taranto li ha assolti. La tesi dell’accusa era che a causa di una competizione amorosa, uno dei due accusati avrebbe deciso di vendicarsi sull’auto della famiglia, un costoso Suv, distruggendo specchietti, paraurti, asportando addirittura i tergicristalli. Il giudice Incalza, di Taranto ha assolto i due giovani, difesi dagli avvocati Francesco Zaccaria e Franco Palazzo. Si deve attendere qualche giorno ancora per conoscere i motivi della sentenza.


commenti

E tu cosa ne pensi?