Accoglienza. I lavoratori di Salam e Al Fallah scioperano per gli stipendi

/ Autore:

Cronaca



Una manifestazione davanti alla Prefettura di Taranto organizzata dall’USB delle associazione Salam e Al Fallah. La prima gestisce a Martina Franca un centro di seconda accoglienza Sprar. I lavoratori delle due organizzazioni manifestano perchè gli stipendi non sono stati pagati e non è stato riconosciuto ai migranti il cosiddetto pocket money. Inoltre: “Deve essere a disposizione un fondo cassa per le spese sanitarie, invece spesso i soldi per i medicinali sono stati anticipati dagli stessi lavoratori”.

Vogliamo strutture dignitose che tutelino in particolar modo i minori, ospitati finora anche in strutture fatiscenti e insieme a beneficiari maggiorenni. Il sindacato USB ha chiesto un incontro per chiarire questi problemi, già da tempo ripetutamente segnalati dagli stessi migranti, e per denunciare le precarie condizioni di lavoro in cui per mesi hanno versato i lavoratori (assenza di contratti, mancate retribuzioni, orari di lavoro estenuanti, maltrattamenti verbali, ecc ecc).

Per tutta risposta l’associazione Salam ha licenziato per ritorsione 3 lavoratori e ne ha minacciato altri, inviando assurde e infondate segnalazioni alle forze dell’ordine”.


commenti

E tu cosa ne pensi?