Terremoto centro Italia. Partita la macchina dei soccorsi, colonna di aiuti anche dalla Puglia

/ Autore:

Cronaca



Cresce di ora in ora il numero delle vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia. Al momento si parla di 38 vittime accertate e un numero indefinibile di dispersi. Quattro le regioni colpite: Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio.

Diverse le scosse, una di magnitudo 6 è stata registrata alle 3:36. L’epicentro a 2 chilometri da Accumoli (Rieti) e 10 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) ed Amatrice (Rieti). L’ipocentro è stato a soli 4 km di profondità. Seconda e terza scossa sono state registrate alle 4:32 e 4:33. Hanno avuto epicentro in prossimità di Norcia (Perugia), Castelsantangelo sul Nera (Macerata) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Gli ipocentri sono stati tra gli 8 e i 9 km. Oltre 50 finora (alle 6:40) le repliche di magnitudo superiore a 2, cinque delle quali di magnitudo 4 o superiore.

Si cerca ancora tra le macerie, ma la speranza di trovare ancora qualcuno in vita scende di minuto in minuto. Per velocizzare la macchina degli aiuti, che ha avuto molte difficoltà a raggiungere la zona, anche dopo diverse ore dai crolli, le regioni vicine si sono attivate per inviare aiuti e mezzi. Non poteva mancare la colonna pugliese che è partita all’alba per raggiungere la zona. La delegazione pugliese è composta da 5 funzionari della Protezione civile e 80 volontari, mezzi e attrezzature.

foto: ilpost.it


commenti

E tu cosa ne pensi?