Proroga servizio rifiuti, MartinaInMovimento chiede verifiche su Tradeco

/ Autore:

Ambiente, Politica


Il Meetup Martina in Movimento – Amici di Beppe Grillo torna a scrive al commissario Straordinario di Martina Franca. Argomento, la Determina n. 306 del 30/09/2016: Proroga Servizi Smaltimento Rifiuti e di Igiene Urbana:

Come è già noto, il servizio rifiuti, gestito con ordinanze e in proroga da oltre 13 anni e mezzo (dopo un contratto decennale) viene ancora oggi svolto a Martina Franca in modo del tutto inidoneo a garantire il decoro e la pulizia della città; con esiguo slancio della raccolta differenziata; con cassonetti obsoleti e fatiscenti, ove non pericolosi. Circostanze, queste, che determinano inesorabilmente un aggravio del costo del servizio smaltimento rifiuti in danno dei cittadini. In particolare, il servizio sarebbe svolto utilizzando dei mezzi non sicuri per la circolazione stradale e pericolosi per chi li conduce. La serie di segnalazioni relative a guasti dei camion di raccolta è continua e riguarderebbe problemi non solo ai motori ma anche ai freni.

Ed altrettanto frequenti sono anche le segnalazioni di scarsa puntualità del pagamento delle maestranze, rispetto alle quali, peraltro, insisterebbe anche la carente applicazione delle norme in materia di sicurezza del lavoro. Tenuto conto del tortuoso iter della gara d’appalto del predetto servizio (il cui percorso, in vero, lascia quanto meno perplessi e sul quale si esprime riserva di verificare la correttezza procedurale e sostanziale); preso atto delle molteplici questioni legali poste dalla società non ammessa alla gara che non lasciano presagire di poter prontamente addivenire alla sottoscrizione di un contratto di appalto con un nuovo soggetto giuridico; vista la Determina n. 306 del 30/09/2016, con la quale si dispone la proroga del contratto rep. n. 3717/16 alla ditta Tra.de.co fino al 02/11/2016, in considerazione della indisponibilità/incapacità della Monteco di subentrare nel servizio di cui si dice con decorrenza dal 01/10/2016; valutato, infine, che la scadente qualità del servizio offerto in proroga, non può ritenersi apprezzabile o, comunque, corrispondente all’interesse della cittadinanza; tutto quanto sopra premesso e considerato, il Meetup Martina in Movimento – Amici di Beppe Grillo, chiede che – qualora permanga l’inidoneità/incapacità del soggetto aggiudicatario del nuovo servizio a posizionare le necessarie attrezzature – la S.V. Ill.ma (ove tenuta a prorogare ulteriormente il contratto su menzionato) acceda ad ogni possibile forma di tutela della cittadinanza in ordine alle criticità sopra rappresentate, ed attivi ogni utile potere di legge affinché il servizio di raccolta rifiuti venga svolto in condizioni di sicurezza pubblica relativamente alle attrezzature (cassonetti) ed ai mezzi che dovessero risultare inidonei allo scopo verificando, inoltre, che l’azienda affidataria del servizio in proroga risponda ai requisiti, anche formali, di regolarità per poter utilmente proseguire il servizio con una pubblica amministrazione.

Ferma ed impregiudicata la facoltà della S.V. Ill.ma di sottoporre al vaglio della Procura della Repubblica, tutti gli atti della gara. Si chiede di essere informati in merito alle iniziative che saranno adottate.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?