Ceglie Messapica: Rinvenuti i cadaveri di una donna e di un feto in una abitazione

/ Autore:

Cronaca


Una donna di nazionalità rumena ed un neonato sono stati rinvenuti cadaveri poche ore fa all’interno di abitazione nei pressi della Villa Cento Pini di Ceglie Messapica. La zona è al momento interdetta al traffico dove sono in corso le indagini dell’Arma dei Carabinieri. Dagli aggiornamenti raccolti pare che la donna lavorasse come badante presso la casa di una signora anziana della città e avrebbe dovuto lasciare proprio oggi la casa dove sono stati rinvenuti i due corpi. Come comunicato dai Carabinieri intervenuti immediatamente sul posto, la donna avrebbe partorito in casa da sola e la morte sarebbe da attribuire ad emorragia post parto. Quando i Carabinieri sono riusciti ad entrare nell’abitazione hanno trovato la donna originaria della Romania, in una pozza di sangue ed il feto vicino al corpo in un recipiente pieno di acqua. La stessa donna avrebbe tagliato il cordone ombelicale con un coltello. La donna, da qualche anno a Ceglie, da notizie apprese era sposata con altri due figli piccoli, con marito e bambini che vivono in Romania. A Ceglie non era sola, con lei nella cittadina messapica c’era il fratello che pochi giorni fa aveva deciso di tornare in Romania. Anche Roxana, questo il nome della donna, era pronta a tornare in patria nei prossimi giorni, da notizie raccolte dai Carabinieri. Sono in corso gli interrogatori dei carabinieri per fare chiarezza sulla vicenda e nelle prossime ore saranno ascoltate tutte le persone che conoscevano la giovane donna. Al lavoro anche la scientifica per chiarire la dinamica esatta dell’accaduto. Mercoledì sarà svolto l’esame autoptico.

 

commenti

E tu cosa ne pensi?