Referendum, le ragioni del Si. Ieri a Palazzo Ducale incontro del Pd martinese

/ Autore:

Politica


Si è svolto ieri, presso la Sala Consiliare del Comune di Martina Franca, il primo incontro della campagna referendaria programmata dal circolo cittadino del Partito Democratico. Di seguito nota della segreteria cittadina:

In una sala gremita, nonostante si trattasse di un appuntamento domenicale, sono intervenuti nell’ordine il segretario cittadino Avv. Vincenzo Angelini, il Prof. Teo Pizzigallo, l’On. Luciano Violante e il Consigliere regionale Donato Pentassuglia.
Angelini ha aperto i lavori ribadendo l’importanza dell’informazione in questa campagna referendaria, che deve svolgersi in un clima di rispetto reciproco e non di ostilità tra sostenitori del sí e sostenitori del no. Dopo aver ricordato alla platea come un nutrito numero di noti costituzionalisti si sia già espresso con un documento pubblico sull’inesistenza del rischio di deriva autoritaria e dopo aver brevemente enunciato i vantaggi che questa riforma potrebbe portare al nostro Paese, ha ceduto la parola al Prof. Pizzigallo e all’On. Luciano Violante i quali hanno avuto un approccio prettamente accademico, entrando nel merito della riforma e catturando l’attenzione dei partecipanti, facendo leva anche sugli aspetti storici e socio-culturali per i quali l’attuale Costituzione meriterebbe di essere aggiornata, proprio sulla base del testo proposto dalla riforma.

La relazione dell’On. Violante, come sempre di ampio respiro, ha messo in luce i presupposti storici dai quali è sorta l’attuale Carta Costituzionale, evidenziando peró come quei presupposti oggi non esistono piú. Al Consigliere regionale Pentassuglia è stata affidata la conclusione dei lavori e il suo intervento ha avuto un taglio prettamente politico. Il Consigliere ha sottolineato, tra le altre cose, l’importanza della riduzione degli sprechi nella riorganizzazione delle istituzioni, che scaturirebbe dalla riforma. In sala erano presenti anche gli avv.ti Paolo D’Arcangelo e Vito Pastore, che hanno costituito un autonomo comitato per il Sí e che hanno ricevuto il ringraziamento del segretario Angelini e del Consigliere Pentassuglia per il supporto offerto.
Infine non è mancato il saluto del Sindaco uscente Franco Ancona, che da Milano, dove era per ragioni di famiglia, ha inviato un messaggio al segretario cittadino e agli ospiti in sala, confermando la sua posizione a sostegno del sí al prossimo referendum.


commenti

E tu cosa ne pensi?