Botti di Capodanno, anche MartinaInMovimento chiede al Commissario un’ordinanza di divieto

/ Autore:

Società



Dopo la lettera di un’associazione animalista, anche il Meetup Martina in Movimento – Amici di Beppe Grillo ha formalmente richiesto al Commissario Straordinario del Comune di Martina Franca un’ordinanza per vietare  fuochi d’artificio e botti di Capodanno:

Il Meetup Martina in Movimento – Amici di Beppe Grillo preso atto che, com’è noto, taluni cittadini “festeggiano” la fine dell’anno con scoppi di mortaretti, botti, petardi, lancio di razzi e fuochi d’artificio; – che queste pratiche sono spesso causa di danni fisici, sia per chi li maneggia (compresi i bambini), sia per chi ne viene accidentalmente colpito; – che in conseguenza a tali pratiche si possono, altresì, verificare danni materiali al patrimonio pubblico e privato; – che le detonazioni hanno gravi effetti negativi sugli animali (domestici e selvatici) ai quali il forte ed improvviso rumore procura momenti di panico, terrorizzandoli al punto da procurare reazioni istintive ed incontrollabili;

che numerose Amministrazioni italiane si sono già mostrate particolarmente sensibili al tema che si pone all’attenzione della S.V. Ill.ma, prevedendo multe ingenti in danno dei trasgressori;

ritenendo, pertanto, utile e necessario impedire anche a Martina Franca l’uso dei prodotti di che trattasi, al fine di garantire la sicurezza e la quiete pubblica, nonché la salvaguardia degli animali, tutto quanto sopra premesso e considerato il Meetup Martina in Movimento – Amici di Beppe Grillo chiede di voler disporre quanto necessario al fine di vietare l’uso di mortaretti, botti, petardi, lancio di razzi e fuochi d’artificio, limitando questa forma di festeggiamento ai fuochi più silenziosi, che spesso sono anche i più belli, come ad esempio le fontane e intensificando fin d’ora i controlli atti ad evitare l’uso (ancor più pericoloso) di botti illegali.


commenti

E tu cosa ne pensi?