Latitante SCU arrestato nelle campagne di Ceglie Messapica

/ Autore:

Cronaca



Si nascondeva nelle campagne di Ceglie Messapica un latitante affiliato alla “Sacra Corona Unita”, frangia dei c.d. “Mesagnesi”. I carabinieri del Nucleo Investigativo l’hanno trovato in un’abitazione rurale sita in contrada “Fedele Piccolo”.

Si tratta di Nigro Nicola, nato a Ceglie Messapica (Br) il 18 febbraio 1974, destinatario, a settembre 2010, di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla DDA di Lecce, nell’ambito dell’operazione denominata “Calipso”, eseguita dal ROS di Lecce, che portò all’arresto di nomi eccellenti della SCU Brindisina, tra i quali Vicientino Daniele e Penna Ercole. Quest’ultimo dopo l’arresto decise di collaborare con la giustizia.
Nicola Nigro è destinatario di alcuni provvedimenti a cui si era sottratto dalla data di emissione degli stessi ed è stato rintracciato da militari operanti, a seguito delle risultanze investigative, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla DDA­ di Lecce, finalizzata a rintracciarlo e arrestarlo.

Il 26 settembre 2016 la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Lecce aveva emesso un provvedimento a suo carico in seguito alla condanna definitiva scaturita del procedimento dell’indagine “Calipso”, poiché riconosciuto colpevole dei Associazione per delinquere di tipo mafioso e tentata estorsione e condannato alla pena di oltre 9 anni di reclusione.
Nel corso della stessa operazione è stato tratto in arresto in flagranza reato di favoreggiamento personale, Lanzillotti Natale, nato a Ceglie Messapica (br) classe 1955, proprietario dell’abitazione rurale dove il Nigro è stato trovato, in sua compagnia, nonché in compagnia di una donna di Villa Castelli, classe 1984, che è stata denunciata in stato di libertà.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?