Mercoledì tutti a teatro: in scena “In acque … libere” di Carlo Dilonardo

/ Autore:

Cultura


 

Mercoledì 8 febbraio,  alle ore 20.00 presso l’Auditorium comunale di Locorotondo andrà in scena uno spettacolo teatrale diretto dall’attore e regista martinese,  Carlo Dilonardo, autore assieme a Matteo Gentile della rappresentazione dal titolo  “In acque … libere”.

L’iniziativa promossa e fortemente voluta dall’Associazione Ideando per la settimana della pace vede coinvolte anche l’Associazione Salam, in collaborazione con Associazione Teatri&Culture, Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto, Sprar di Martina Franca, Cooperativa Al Fallah. Lo spettacolo teatrale vede infatti  coinvolti sei richiedenti asilo politico dello Sprar (Servizio di Protezione per Richiedenti Asilo Politico e rifugiati) di Martina Franca, ente gestito dall’Associazione Salam.

Dopo la performance dello scorso anno “…E chi ha detto che il lupo fa paura?” ispirata alla pace, alla solidarietà, all’amicizia, con lo spettacolo In acque…libere!, scritto con la collaborazione di Matteo Gentile, il regista e autore Carlo Dilonardo, guarda guardare…all’acqua, ovvero al “mare”, paradossale elemento di unione e di divisione tra i popoli, tra esseri umani.
Anche quest’anno, in cui il numero degli sbarchi di disperati ha toccato punte altissime, vengono trattati i temi dell’immigrazione, dell’accoglienza e dell’integrazione anche per dimostrare attraverso il gioco scenico che questi uomini, donne, bambini che a migliaia scappano da guerre, da violenze, sofferenze di ogni genere, vanno visti come delle ricchezze e non come delle sventure. È quanto si vuole comunicare con lo spettacolo In acque…libere!, che vede come protagonisti esseri umani che spesso appaiono lontani e diversi ed invece sono tanto vicini.

“Ritengo il teatro – sostiene il regista – una frontiera di civiltà e chi lo fa, regista, autore o attore che sia, si assume delle responsabilità nei confronti di chi lo guarda. Il teatro deve, per sua natura, ri-fare la vita, modellarla, ricostruirla o quanto meno lanciare dei messaggi per farlo”.

Durante la serata saranno  premiati i lavori eseguiti dai ragazzi delle scuole sulla figura di Padre Francesco Convertini.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?