Martina Franca. Poco personale all’ospedale, Emiliano risponde a Perrini

/ Autore:

Politica



Alle interrogazioni urgenti a firma del consigliere di DIT Renato Perrini in merito alla mancanza della figura del pneumologo e del neurologo e ai Livelli essenziali di assistenza presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale di Martina Franca, ha risposto unitariamente il presidente della Giunta regionale Michele Emiliano:

Il consigliere Perrini ha precisato che è necessario che si valuti la possibilità, nell’ambito di una riorganizzazione sanitaria provinciale, di reinserire in pianta stabile all’interno dell’ospedale di Martina Franca la figura del pneumologo, al momento assente, così fondamentale e richiesta in tutti i reparti.

Il presidente Emiliano nel rispondere ha riferito che relativamente al neurologo, la Regione Puglia ha autorizzato l’assunzione di due dirigenti medici neurologi per l’ASL di Taranto e che il direttore generale provvederà, pertanto, all’avvio e all’espletamento delle relative procedure concorsuali decidendo dove allocare queste due risorse.
“Nelle assunzioni – ha precisato Emiliano – siamo stati pesantemente condizionati dal cosiddetto ‘blocco del turnover’, che peraltro siamo riusciti in qualche maniera ad allentare grazie al recupero sui dati di bilancio dello scorso anno, chiudendo in pareggio il bilancio sanitario, quindi ottenendo una premialità da 420 milioni e, soprattutto, la possibilità di procedere a nuove assunzioni”.

Con riferimento alla questione neurologo, Emiliano ha detto che l’iter sembra avviato e che bisognerà, interloquire con il direttore generale, che dovrà decidere dove impiegare i due nuovi neurologi.

Con riferimento alla pediatria è stato precisato che è stata autorizzata l’assunzione di cinque dirigenti medici pediatri e di settanta infermieri professionali per l’ASL di Taranto rientranti nel progetto che riguarda in generale la tutela dei bambini della provincia dai fattori di salute negativi derivanti dall’inquinamento ambientale. Anche in questo caso l’allocazione dei pediatri dovrà essere il frutto di un ragionamento che il direttore generale dovrà effettuare all’interno dell’ASL.

Relativamente alla mancanza della figura del pneumologo, il presidente Emiliano ha precisato che l’ASL di Taranto non ha richiesto, al momento, tra le autorizzazioni in deroga l’assunzione di un pneumologo, bisognerà quindi verificare se questa questione, con riferimento a Martina Franca, abbia centralità o meno alla luce degli intendimenti del direttore generale.


commenti

E tu cosa ne pensi?