Verso le amministrative. Idealista non corre più, Ancona saluta Marraffa: “Spero che torni”

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica



Idealista non si presenta alle prossime elezioni dell’11 giugno. La notizia ha creato scompiglio nel panorama politico di Martina Franca, con l’ex sindaco Franco Ancona che “saluta” il movimento di Michele Marraffa, auspicando un pronto ritorno sulle scene:

In questi anni più volte mi sono confrontato e scontrato, caparbiamente, sulle diverse tematiche che interessano la crescita di Martina; ne ho sempre apprezzato, però, lo sforzo delle proposte programmatiche fatto dai referenti istituzionali e dai simpatizzanti del movimento, in particolare ho seguito con attenzione la scelta di diversi giovani che si sono affacciati per la prima volta nel mondo della “Politica”, senza secondi fini ma solo mossi da passione civica.

Nel comunicato stampa, purtroppo, Idealista dà per scontato il ritorno di pagine buie per la città scrivendo che “il prossimo Consiglio Comunale di Martina Franca sarà composto, per la maggior parte, da persone con grandi interessi economici sulla città e con interessi di speculazione”.

Sono certo, conoscendo l’onestà intellettuale di Michele Marraffa e degli amici di Idealista che non è un’affermazione riferita alla mia persona né alla squadra che mi sostiene.

Credo, però, che l’essenza stessa dell’impegno politico stia nel combattere affinché proprio tutto questo non si verifichi! E l’unico modo per farlo è impegnarsi, con passione, nella costruzione di una classe dirigente quanto più indipendente possibile.

E’ questo l’unico criterio che si deve utilizzare nella formazione delle liste dei candidati al Consiglio Comunale ed è quello che stiamo facendo per assicurare che Martina venga governata da gente onesta, libera e competente.

Mi auguro che la scelta di Idealista non sia definitiva e che continui a dare il suo prezioso e diretto contributo nel momento più importante della vita democratica della Comunità, cioè l’elezione dei suoi rappresentanti istituzionali.


commenti

E tu cosa ne pensi?