A scuola di Protezione Civile. Ieri simulazione di evacuazione alla “Giovanni XXIII”

/ Autore:

Società



Al termine del percorso informativo sulla tematica della Protezione Civile Nazionale e formativo per istruire i giovani ad affrontare le varie emergenze che si potrebbero creare all’interno della struttura scolastica, il “Nucleo Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri Di Martina Franca”, il giorno venerdì 19 Maggio in collaborazione e grazie al Dirigente Scolastico Dott. Maria Blonda dell’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni XXIII” ed all’insegnante Maria Apollonia Palmieri referente per la sicurezza, ha simulato una evacuazione dell’intero plesso scolastico. Si è messo in pratica quello che durante il corso formativo è stato spiegato ai giovani ovvero applicato il piano di evacuazione, ammassamento all’esterno e tutto il necessario che gli alunni devono eseguire per il superamento dell’emergenza che si potrebbe creare all’interno della struttura scolastica.

Inoltre con l’ausilio di una unità cinofila, in fase di addestramento, di questo nucleo di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri, è stato simulato la ricerca di un disperso all’interno del plesso scolastico. L’unità cinofila impiegata nell’intervento di oggi, è composta da un cane meticcio di Pastore Tedesco di nome “Rocco” e dal suo conduttore Giovanni Britannico, volontario del Nucleo di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Martina Franca. La storia di “Rocco” è suggestiva. Salvato all’età di due mesi, quasi moribondo per i continui maltrattamenti subiti, è stato affidato alle cure della sua nuova e attuale proprietaria: Sabrina Santoro. Le amorevoli cure della sua proprietaria sono state soprattutto psicologiche oltre che fisiche, dovendo aiutare il suo nuovo amico “Rocco” ad avere fiducia in sé stesso per far sì che ritornasse ad una vita serena, priva di paure.

Dopo mesi di lavoro costante, i risultati non si sono fatti attendere: Rocco, ha superato tante paure ed è pronto a diventare un’unità cinofila da soccorso. Per concludere la positiva giornata all’insegna dell’addestramento e della simulazione si è effettuata una dimostrazione pratica ai bambini delle scuola materna dei mezzi e tecniche per lo spegnimento degli incendi grazie all’ausilio dei volontari formati antincendio ed ai due mezzi attrezzati antincendio in dotazione al nucleo dell’Associazione Nazionale Carabinieri da sempre impegnata al fianco delle forze preposte allo spegnimento degli incendi boschivi.


commenti

E tu cosa ne pensi?