Forno crematorio. Scatigna fa marcia indietro: “sono il Sindaco di tutti”

/ Autore:

Politica



“Oggi credo di aver cambiato la storia del rapporto tra Sindaco e cittadini”. Comincia così la nota del primo cittadino relativa al cambio di rotta della sua amministrazione.

“Dopo giorni di serena riflessione e di confronto umile con diverse persone – continua Scatigna- ho maturato una decisione. Tralascio le cattiverie dette e la distorsione della verità. La gente, la mia gente, la nostra gente non vuole il forno crematorio. Io non posso non tenere conto della volontà popolare anche se in minima parte. Pertanto, con grande senso di responsabilità e confermando di essere il sindaco di tutti ho presentato a mia firma un ordine del giorno che chiede al consiglio comunale di eliminare il forno dal progetto di ampliamento del cimitero comunale”.

Sulla proposta di modifica  del project Finacing  del cimitero presentata dal sindaco si legge che: “tenuto conto dell’opinione pubblica contraria alla realizzazione del forno crematorio, sono profondamente convinto dei benefici e delle opportunità che l’ampliamento e la privatizzazione del cimitero comunale porterà all’intera comunità di Locorotondo fin da subito e negli anni a venire.  Essendo fortissima la convinzione da parte mia che rappresentare tutto il paese è una missione quotidiana che comporta attenzione, riflessione, disponibilità e dialogo perseguendo la strada maestra che mi porta consapevolmente ad essere il sindaco di tutti, nel pieno senso di responsabilità che il mio ruolo mi impone chiedo all’intero consiglio comunale di esprimere la volontà di variare la proposta di project financing eliminando la realizzazione del forno crematorio che tanto preoccupa la cittadinanza”.

Ancora una volta Scatigna spiazza tutti  facendo marcia indietro,  non resta che attendere i primi commenti di chi quella battaglia (privatizzazione del cimitero e  costruzione del forno crematorio) l’ha portata in piazza e di chi fin da subito ha voluto modificare quel progetto di finanza non proprio così vantaggioso per le Società di mutuo soccorso e per le Confraternite.


commenti

E tu cosa ne pensi?