De Vincenti: “A Martina Franca sarebbe bello vivere”. E su ILVA: “Offerta robusta finanziariamente”

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica



Il ministro per la coesione e il Mezzogiorno ammette: “A Martina Franca sarebbe bello vivere”. Lo dichiara durante l’incontro elettorale organizzato dal PD di Martina Franca presso la Società Operaia alla presenza di Pentassuglia, Lacarra e il deputato europeo Cozzolino. In apertura il presidente di Confindustria Taranto, Vincenzo Cesareo si fa portavoce di una proposta: “Diamo al ministro la cittadinanza onoraria di Taranto”.

L’incontro elettorale, in bilico tra le elezioni di Taranto e Martina Franca, offre l’opportunità al ministro di fare il punto sulla questione Ilva: “Oggi abbiamo fatto un nuovo passo: i commissari hanno presentato la proposta di aggiudicazione. Ora secondo la procedura di legge, passerà a fare il decreto di aggiudicazione. L’offerta è forte e positiva sul piano ambientale, industriale e robusto finanziariamente. Significa dare un futuro all’ILVA e a tutto l’indotto“.

Il futuro del territorio passa dal porto di Taranto, che dovrà essere punto di riferimento nel Mediterraneo per il traffico che andrà ad aumentare, grazie all’apertura del secondo canale di Suez (che però è stato inaugurato nel 2015). Il ministro auspica il ritorno di Franco Ancona a Palazzo Ducale: “Mi ha colpito moltissimo la straordinaria bellezza di Martina Franca, è un esempio di come si tiene un centro storico e come si fa crescere la città, centro di riferimento della Puglia. Lo sviluppo sostenibile non è solo ambiente, ma tutto ciò che fa bella la nostra vita di tutti i giorni. Significa la salute dei cittadini. Ho pensato: qui sarebbe bello vivere. È una città in cui si sente che ci sono i rapporti sociali che fanno la qualità della vita di tutti i giorni e si vede da come è tenuta la città. Mi è venuta un po’ di rabbia sapendo come si è interrotta la consigliatura: dobbiamo fare in modo che Franco Ancona ridiventi sindaco di Martina Franca. Con lui ha svoltato. Con lui il governo di chi vuole fare le cose“.

Siccome l’incontro è stato organizzato in concomitanza con il confronto tra i candidati sindaco dell’Azione Cattolica e Agesci, a Franco Ancona è stato impossibile partecipare.


commenti

E tu cosa ne pensi?