Ancona: “C’è un aspirante sindaco per interposta persona”. E l’ultimo pensiero va a Marraffa

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica


Si accendono i toni della campagna elettorale 2017. Dal palco sullo stradone, Franco Ancona non le manda a dire: “C’è un aspirante sindaco per interposta persona“, indicando probabilmente la coalizione di Pizzigalo e riferendosi, immaginiamo, a Gianfranco Chiarelli. Non fa i nomi, invece, quando si tratta di parlare dei parlare delle imprese più importanti della città: “Fino a poco tempo fa pensavamo che Martina Franca fosse vittima di un duopolio economico, e invece sono gli studi professionali, che con i loro tentacoli arrivano ovunque, impedendo anche ai più giovani di farsi strada“. Chi ha orecchie per intendere, intenda, insomma. Non si fanno nomi, ovviamente, ma l’ex sindaco promette: “Il parcheggio in Via Del Tocco si farà“. Franco Ancona conclude: “Il mio pensiero va a quell’imprenditore liberale che è stato costretto a rimanere a casa“. Ci viene in mente solo Michele Marraffa che ha preferito non schierare IdeaLista, in queste elezioni, ex capo dell’opposizione.

Dal microfono Scialpi, che non risparmia passaggi in martinese (scelta molto intelligente), punta il dito contro la stampa: “Tristezza dell’informazione giornalistica in questa città, tristezza pagata, ma non sono tutti uguali“.

Interessante anche il passaggio di Nunzia Convertini: “Noi non abbiamo lasciato in eredità alla città un hotel con vista sul cimitero“.


commenti

E tu cosa ne pensi?