Ilva. Forse migliaia di esuberi. Ricadute anche sul territorio

/ Autore:

Economia


Come era facile immaginare, la nuova Ilva di Taranto metterà fuori dalla porta 5000/6000 esuberi. Una catastrofe economica che si abbatterà sul territorio, anche su Martina Franca. Secondo quanto riferito dai sindacati alla fine dell’incontro al MISE: “I sindacati considerano “inaccettabili” 5-6000 esuberi per Ilva: lo hanno detto al termine dell’incontro al Ministero dello Sviluppo tra ministro Calenda, sindacati e commissari per la presentazione dei piani. Il numero degli esuberi è previsto da entrambi i piani industriali presentati dalle due cordate in gara per Ilva e illustrate oggi ai sindacati. I sindacati si reincontreranno con il ministro il primo giugno per esprimere il proprio parere”, come riporta l’ANSA. Da Repubblica: “Secondo il piano di ArcelorMittal-Marcegaglia ” si parte – ha detto Landini – con 9.400 addetti per poi scendere a 8.400 nel 2023. Per il piano di Acciaitalia gli occupati sono 7.800 subito per risalire a 10.300 nel 2023. Insomma in entrambi i piani abbiamo esuberi per circa 5-6mila dipendenti a fronte di un gruppo che attualmente impiega in tutta Italia 14mila persone”.

La questione ILVA è rimasta sullo sfondo di questa campagna elettorale, nonostante la sua ombra si allunghi, e non solo per l’occupazione, sul territorio di Martina Franca.


commenti

E tu cosa ne pensi?