Scrutinio a rilento ma gran lavoro dei presidenti. La battaglia è per una manciata di voti

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica



Le operazione di scrutinio sono andate a rilento, ovunque, a causa della mole di dati da estrarre dalla scheda: sindaco, lista, preferenza consigliere 1, preferenza consigliere 2, verifica eventuale voto disgiunto e presenza effettiva del nome nelle liste. Un’operazione iniziata alle 23.00 e che non è ancora terminata. Alcuni presidenti in forte difficoltà. Alla Marconi c’è stato uno svenimento, alla Grassi un presidente ha cacciato tutti gli estranei fuori dalla sezione, stampa compresa.

Come redazione, grazie alla collaborazione di tutti i colleghi presenti in sala stampa, vi abbiamo aggiornato con i dati in tempo reale dalle sezioni, non exit poll, ma voti veri. Al momento, dopo una piccola pausa (concedetecelo), possiamo dirvi che i dati in nostro possesso (qui il link) non corrispondono a quelli in possesso del Viminale, che porterebbero Pino Pulito in vantaggio, con Ancona secondo. Secondo quanto abbiamo raccolto noi, invece, Pulito dovrebbe essere terzo. Ma sono ancora le 8.30 del 12 giugno e manca l’ufficialità da 24 sezioni. Inoltre la distanza in voti tra i tre candidati maggiori è di poche decine, e questo renderà necessario il ri-conteggio delle nulle, che secondo i nostri dati sono più di 250.

Ancora un po’ di pazienza.


commenti

E tu cosa ne pensi?