Il Festival della Valle d’Itria incontra il MArTA. I visitatori del museo al Festival con lo sconto

I visitatori del Museo, con biglietto emesso a partire dal 5 luglio 2017, potranno usufruire di uno sconto pari all’intero importo del costo d’ingresso al Museo su tutti gli spettacoli a tariffa intera del Festival della Valle d’Itria. Viceversa, i possessori del biglietto del Festival della Valle d’Itria, sia intero che ridotto, avranno diritto a una visita guidata tematica del Museo, dedicata al tema della musica e ai reperti oggetto della mostra documentaria, con tariffa promozionale di 2€ (per i possessori del biglietto di uno spettacolo del Festival) nelle giornate dal 27 luglio al 4 agosto 2017 alle ore 11,00, in Inglese ed in Italiano, con prenotazione vivamente consigliata.

Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto e il Festival della Valle d’Itria presentano dal 22 luglio al 10 agosto 2017, presso la Fondazione Paolo Grassi, una mostra documentaria, realizzata in collaborazione con Dimensione 3 e la Fondazione Paolo Grassi, in relazione all’opera inaugurale del 43° Festival della Valle d’Itria, l’Orlando Furioso di Antonio Vivaldi. Si tratta di 20 pannelli fotografici di reperti del Museo accuratamente selezionati dalla Direzione del Museo – diretto da Eva Degl’Innocenti – ispirati al tema de “Le donne, i cavalier, l’armi e gli amori” e corredati da didascalie e brani dall’Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Pochi capolavori hanno ispirato la fantasia degli artisti più dell’Orlando Furioso. Con le sue donne, i cavalieri, le battaglie e gli amori il poeta di Reggio Emilia ha rappresentato un mondo dove le virtù di uomini e donne, magie ed elementi fantastici di inseguono con un’incessante armonia.

La stessa grazia e soavità del mondo di Ludovico Ariosto si può leggere attraverso i reperti magno greci e romani del Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA. Non solo perché la materia poetica trae origine da quei cantari che tanto attingevano dal mito antico, ma perché il concetto di armonia, di misura, di decoro e di ornato sono connesse all’arte antica. Nella terra tarantina di Archita e di Aristosseno questi valori erano vivi ed attivi.

La mostra “AMORE E MARTE. Arte, immagini, visioni dalla Magna Grecia al Rinascimento” mette in collegamento immagini di reperti archeologici conservati ed esposti presso il Museo Archeologico Nazionale di Taranto con alcuni versi del poema dell’Orlando Furioso. Gli accostamenti sono liberi e speriamo risultino poetici e leggeri come le ottave dell’Orlando Furioso. Il tour virtuale della mostra, realizzato da Dimensione 3, sarà visibile presto sui siti del Festival e del MArTA.

La mostra è ideata e organizzata nell’ambito di una collaborazione tra il Museo Nazionale Archeologico di Taranto e il Festival della Valle d’Itria suggellata dalla firma di un protocollo di intesa che prevede: la realizzazione di progetti integrati, la costituzione di un tavolo tecnico-scientifico per la cooperazione scientifica e alcune attività di valorizzazione e promozione in vista della 43ma edizione del Festival della Valle d’Itria in programma dal 14 luglio al 4 agosto.

La Direttrice Eva Degli Innocenti del Museo Nazionale Archeologico di Taranto ritiene il protocollo d’intesa con la Fondazione Paolo Grassi una collaborazione di grande importanza per la progettazione culturale territoriale, in cui eccellenze del territorio possano lavorare insieme coinvolgendo altri attori del territorio in progetti di sviluppo culturale, turistico ed economico.

Un accordo importante per il Presidente del Festival Franco Punzi che con questa intesa vede “un’opportunità per valorizzare il nostro patrimonio culturale e artistico e per promuovere un turismo di qualità attraverso iniziative di altissimo livello”.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.