Elezioni 2017. Ancora dubbi sul risultato. Deve intervenire il Prefetto?

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica



Due note allegate alla relazione finale della commissione elettorale centrale, presieduta dal giudice De Napoli, gettano, come se ce ne fosse bisogno, ulteriore ombra sulla compilazione dei verbali elettorali in alcune sezioni, dopo il voto dell’11 giugno 2017. Giacomo Conserva, consigliere comunale di Forza Italia, ha diffuso su Facebook le foto delle note (la prima relativa alla Sezione 11, la seconda alla sezione 39), che trascriviamo di seguito, nelle quali il giudice presidente chiaramente suggerisce che per risolvere i dubbi sul conteggio dei voti si faccia ricorso all’apertura delle schede dei voti liberi. Conserva, Pino Pulito, Pasqua D’Ignazio e Mauro Bello non si sono presentati al primo consiglio comunale presentando una giustificazione ufficiale, nella quale si chiede al Prefetto di Taranto che vengano riconteggiati i voti delle sezioni 9,11 e 39.

Nota 1

Trattasi di dato palesemente inattendibile perché inferiore alla metà del numero di preferenze attribuite ai candidati consiglieri della stessa lista, ovvero 15 preferenze, come rilevabili dallo stesso verbale di sezione e dalle relative tabelle di scrutinio; trattasi di errore non rettificabile da parte di questo ufficio ma solo previa apertura delle schede dei voti validi

Nota 2

Trattasi di dato palesemente inattendibile perché inferiore tanto ai voti validi ai candidati sindaci (n° 587) quanto agli stessi votanti della sezione (622), come riportato rispettivamente alle pagine 49 e 27 del verbale di sezione; il dato palesemente inattendibile è altresì confermato dalla tabella di scrutinio, in quanto sia i voti attribuiti a ciascuna lista, sia il totale di 723 sono desumibili anche da queste ultime; trattasi di errore non rettificabile da parte di quest’ufficio ma solo previa apertura delle schede dei voti validi. Il presente foglio contenente le due note di procedura viene allegato in data odierna al modello n°3012-AR già compilato da questo ufficio e deve intendersi come parte integrante dello stesso.

Martina Franca 27 06 2017 – firmato dalla commissione e dal Presidente

Alla luce del contenuto delle due note, è evidente che quanto accaduto a Martina Franca la notte tra l’11 e il 12 giugno merita di supplemento di attenzione, di verifica. Se la destra di Pulito utilizza questa nebulosità delle decisioni della Commissione centrale per giustificare politicamente alcune azioni, è anche vero che le due note, firmate e controfirmate, affermano che i dubbi non rimangono circoscritti nell’ambito di Forza Italia, ma sono, per così dire, istituzionali. Forza Italia e il Movimento di Pulito non hanno fatto ancora ufficialmente ricorso, a quanto si apprende da alcune loro dichiarazioni. Il Prefetto di Taranto, tirato in ballo dalle note di De Napoli, potrebbe, a questo punto, dire la sua.


commenti

E tu cosa ne pensi?