Porta Nuova ritorna sulla questione forno crematorio

/ Autore:

Politica



Pubblichiamo un comunicato ricevuto dal gruppo consigliare Porta Nuova relativo “all’ambiguità dell’Amministrazione Scatigna sul futuro del Project Financing sul cimitero, ed in particolare sulla parte legata al forno crematorio”.

Lo scorso 24 maggio, con un Ordine del Giorno da lui stesso proposto, il Sindaco chiedeva “all’intero Consiglio Comunale di esprimere la volontà di variare la proposta di project financing eliminando la realizzazione del forno crematorio ”.

Oggi, a oltre un mese di distanza, dalla lettura attenta del Documento Unico di Programmazione 2018-2020 (atto fondamentale per la pianificazione delle attività del Comune) si scopre che il forno è ricomparso nelle intenzioni del Sindaco e della maggioranza.

Come si può leggere nella tabella del “Programma triennale delle opere pubbliche” contenuta alle pagine 177 e 178 del DUP, in corso di approvazione nella seduta del Consiglio Comunale di oggi, nell’elenco dei progetti figura ancora non solo l’ampliamento del cimitero comunale ma anche la realizzazione del tempio crematorio, opera prevista per il 2019. Valore totale del progetto: 6 milioni 357 mila euro.

Davanti alla precisa volontà politica del Sindaco e della sua maggioranza riportata in un’atto fondamentale dell’Amministrazione, che contraddice ancora una volta le dichiarazioni e gli atti precedenti, il Gruppo Consiliare Porta Nuova per Locorotondo ha una sola domanda: il Sindaco Scatigna e la sua Amministrazione possono chiarire questo aspetto ai cittadini?


commenti

E tu cosa ne pensi?