Martina calcio. Fece entrare tifosi nello stadio: Daspo sospeso all’ex presidente Tilia

/ Autore:

Calcio, Sport


Luca Tilia fece entrare nello stadio alcuni tifosi dopo una partita: il questore di Taranto gli impose il divieto di assistere a manifestazioni sportive per tre anni, il Tar Lecce con sentenza pubblicata in data odierna annulla il provvedimento. L’ex presidente del Martina calcio, Luca Tillia, potrà assistere liberamente a manifestazioni sportive. Il tribunale amministrativo regionale della Puglia, sezione di Lecce, ha annullato il divieto di assistere alle manifestazioni sportive (Daspo) che a Tilia venne inflitto dal questore di Taranto, per un episodio accaduto a margine di una partita di calcio risalente a dicembre 2015.

Il presidente del sodalizio pugliese, stando alla contestazione, fece entrare sei tifosi in una zona dello stadio “Tursi” di Martina Franca per cui vigeva un divieto. Il capo della polizia di Martina Franca contestò l’accaduto al presidente Tillia e ciò portò all’applicazione nei suoi confronti, del Daspo. Assistito dall’avvocato Enrico Pellegrini, l’ex dirigente sportivo contestò in sede di giustizia amministrativa il provvedimento a suo carico. Dopo la sospensiva risalente a otto mesi fa, ora il provvedimento di merito, favorevole a Tillia, da parte del Tar Lecce. Che, in merito al lavoro svolto dal legale, osserva “l’assoluta novità delle specifiche questioni affrontate”.

In quanto all’atteggiamento di Tillia al termine della partita del 21 dicembre 2015, la tesi avanzata dall’avvocato, suffragata da valutazioni del giudice sportivo riguardanti l’episodio specifico, è quella di un tentativo di far terminare pacificamente una protesta dei tifosi del Martina calcio. Oltretutto, i sostenitori vennero fatti entrare nella zona di stadio contestata, a gara finita e con l’impianto praticamente vuoto.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?