Stipendi d’oro. 3 anni e 8 mesi in 1° grado per i cinque ex-dirigenti

Dopo 6 mesi, ieri altro capitolo della vicenda “Stipendi d’oro” al comune di Martina Franca, dove tra il 2002 e il 2008 alcuni dirigenti si sarebbero appropriati indebitamente di somme superiori rispetto a quanto dovuto, eludendo il controllo del Nucleo di valutazione e arrecando un danno alle casse comunali di 1,5 milioni di euro in relazione alle cosiddette “retribuzioni di risultato”, oltre al percepimento di somme maggiori anche per le “retribuzioni di posizione” per un totale di circa 3 milioni di euro.

I cinque ex-dirigenti (Raffaele Alberini, Antonio Michele Cito, Eligio Mutinati, Francesco Paolo Ricci e Giovanni Simeone) sono stati condannati a 3 anni e 8 mesi in primo grado, dopo la richiesta di 4 anni da parte del sostituto procuratore Putignan0. Disposta inoltre dal Tribunale di Taranto una provvisionale da 100mila euro e il risarcimento del comune di Martina Franca (costituitosi parte civile e che aveva chiesto 1 milione di risarcimento come danno di immagine e una provvisionale di 200.000 euro).

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Una replica a “Stipendi d’oro. 3 anni e 8 mesi in 1° grado per i cinque ex-dirigenti”

  1. […] Eligio Mutinati, Raffaele Alberini, Francesco Paolo Ricci, Giovanni Simeone e Antonio Michele Cito, condannati a ottobre del 2017 in primo grado a tre anni e otto mesi di reclusione e a una provvisionale di 100mila euro e il risarcimento del […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.