Alla ricerca di Sir William. Domani inaugurazione della mostra di Mark Dion

Si inaugura giovedì 9 novembre alle ore 10 presso la Sala consiliare di Palazzo Ducale, la mostra personale di Mark Dion “Alla ricerca di Sir William”, allestita nella Sale del Piano Nobile nell’ambito dell’anteprima della Biennale delle Memorie:

La cerimonia inaugurale avverrà alla presenza del Sindaco, Franco Ancona, di Maurizio Morra Greco, Presidente della Fondazione Morra Greco, Luigi de Magistris, Sindaco del Comune di Napoli, Loredana Capone, Assessore all’Industria turistica e culturale e Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, Daniele Di Loreto, Consigliere del Consiglio di amministrazione dell’Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani, Luciano Violante, Presidente di italiadecide, associazione per la qualità delle politiche pubbliche.

Mark Dion è un artista americano di fama internazionale il quale ha dedicato le sue opere ad una delle figure più influenti per la crescita culturale della città di Napoli durante la seconda metà del 700, con l’obiettivo di proiettare lo spettatore nello spirito di un’epoca fecondissima e lontana, alla ricerca di un equilibrato compromesso nella commistione tra arte contemporanea ed arte classica e moderna.

Questa mostra si costruisce sul binomio rappresentato da due figure, quella dell’artista Mark Dion e dell’ambasciatore Hamilton, storicamente e culturalmente agli antipodi: nato nel XXI secolo il primo e nel XVIII secolo il secondo, americano l’uno, inglese l’altro, artista Dion e diplomatico Hamilton. I due sono accomunati da interessi che afferiscono agli stessi ambiti di ricerca apparentemente contrastanti.

Se Dion sceglie di focalizzarsi integralmente sulla figura dell’ambasciatore, collezionista vulcanologo è perché realizzare una mostra su Sir William Hamilton rappresenta il modo migliore per raffigurare la sua concezione di arte, a metà tra la lezione di storia, il progetto scientifico e l’indagine di costume.

La mostra ha un immenso valore storico perché ripercorre i quarant’anni di presenza dell’ambasciatore inglese nella città partenopea, sottolineando i numerosi primati raggiunti dal regno di Napoli sul finire del 700, consentendo allo spettatore di calarsi nel contesto storico di quel periodo, a cui è legata anche la storia di Martina.

La fondazione Morra Greco, insieme a Italiadecide, Enciclopedia Treccani e al Comune di Martina Franca – Assessorato alle Attività e ai Beni Culturali, propongono questo progetto nel solco di un viaggio Martina-Napoli già sperimentato con successo con la mostra “Viaggio nelle collezioni del Duca di Martina”, svolta tra il 2015 e il 2016 a Palazzo Ducale.

«È uno dei più grandi eventi culturali che rafforza l’asse storico Martina-Napoli e guarda al ‘700 come punto di riferimento culturale» – dichiara l’Assessore Antonio Scialpi che ha coordinato l’organizzazione e l’allestimento della mostra.

Il Sindaco Franco Ancona parla di «mostra di altissimo profilo che rafforzerà il turismo culturale della città».

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.