Salus Cine Festival: Fabio Palmisano vince il premio miglior attore

/ Autore:

Società


La terza edizione di Salus Cine Festival ha premiato il giovane locorotondese Fabio Palmisano protagonista del corto “Mattia sa volare”. La pellicola magistralmente diretta dal regista Alessandro Porzio è una storia d’amore e di coraggio che invita a riflettere e che fa sognare.   Mattia, ragazzo con un cromosoma in più, ha un obiettivo ben chiaro in testa, e per realizzarlo dovrà compiere un gesto estremo. Protagonista della pellicola è Fabio Palmisano, al suo esordio davanti alla macchina da presa. Al suo fianco Angela Curri, protagonista di “Braccialetti rossi” e “La mafia uccide solo d’estate”, Nicolas Orzella (“Il paese delle spose infelici”) e Toto Onnis, conosciuto per numerose pellicole fra cui “Il piccolo diavolo” e “Il mostro”. A fare da contorno alla storia di Mattia tanti ragazzi “speciali” che come lui sognano di volare e che forse hanno solo paura di spiccare il volo.

La giuria tecnica  del premio Salus Cine Festival composta da Pier Sergio Caltabiano direttore della formazione del Cefpas, Andrea Morini Responsabile programmazione Cineteca Bologna, Daniela Falconeri dirigente medico Cefpas, Roberto Greco regista, Andrea Marchese regista, Beppe Manno direttore artistico della rassegna itinerante di cinema d’autore e Fernando Barbieri promotore del Kalat Film Festival ha assegnato al protagonista di “Mattia sa volare”  il premio come miglior attore.

Il debuttante Fabio Palmisano vince questo ambito premio con la seguente motivazione “per l’autenticità con cui ha presentato i sentimenti che gli appartengono al di là della finzione cinematografica”.


commenti

E tu cosa ne pensi?