Crisi Ilva, Perrini invita Mattarella a farsi mediatore della disputa Calenda-Emiliano

/ Autore:

Economia, Politica



Il gruppo regionale di Direzione Italia (Ignazio Zullo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) auspicano un intervento del Presidente della Repubblica per scongiurare il rischio della paralisi istituzionale:

Vertenza Ilva, al punto in cui siamo solo l’autorevole intervento del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, può scongiurare il rischio di una paralisi delle trattative a causa del comportamento incosciente delle parti in causa a spregio di un territorio, di una regione e in danno di cittadini sulla cui pelle si sta consumando un gioco al massacro. Per questo motivo, con il rispetto e il garbo istituzionale dovuto, facciamo appello al Capo dello Stato perché richiami al senso di responsabilità Governo e Regione Puglia, a garanzia del tavolo convocato per il prossimo 20 dicembre, un’occasione di dialogo che deve essere assolutamente colta.

I presupposti, però, ad oggi non ci sono. Le due parti, il ministro Calenda, da una parte, il governatore Emiliano dall’altra, si stanno comportando come bambini capricciosi e dispettosi, pronti ad alzare l’asticella dei toni e dei termini sempre più in alto. Serve una mediazione autorevole che risolva l’empasse del ricorso (da ritirare o meno) e, secondo noi, non può che essere quella del presidente della Repubblica che convinca i due a riprendere quella collaborazione istituzionale nell’interesse dei cittadini, dell’occupazione, della salute e dell’ambiente


commenti

E tu cosa ne pensi?