Deragliamento FSE a Castellana Grotte. Ancona: “Inammissibile che circolino mezzi non sicuri”

/ Autore:

Politica


Di seguito dichiarazione del Sindaco Ancona a seguito dell’ennesima disavventura ferroviaria riguardante le Ferrovie Sud-Est.

Si è verificata nelle ultime ore, l’ennesima disavventura ferroviaria riguardante le Ferrovie Sud-Est, fortunatamente senza gravi conseguenze per i passeggeri. Infatti, l’ultimo convoglio della tratta Bari – Martina Franca, nei pressi della stazione di Castellana Grotte, è uscito dai binari e solamente la bassa velocità in quel momento ha evitato il peggio per i numerosi passeggeri presenti.

Le soppressioni, i convogli fermi per guasti, i ritardi continui dei treni, l’aumento ingiustificato dei prezzi dei biglietti, gli scandali della precedente gestione che non smettono di venire a galla anche nelle ultimi giorni, stanno portando, oramai, alla esasperazione non solo i cittadini pendolari (studenti e lavoratori) ma anche le loro famiglie.

E’ inammissibile che l’azienda non si doti di mezzi sicuri e idonei, nell’attesa che vengano completati i lavori di ammodernamento del’intera area ferroviaria.

Aspettando che diano frutto, finalmente, i cinquecentoventi milioni di euro promessi per gli investimenti, tra potenziamento delle infrastrutture e rinnovo dei mezzi, le nostre Comunità non possono subire passivamente questa situazione, soprattutto se si pensa che i primi effetti positivi degli investimenti saranno visibili solo tra diversi mesi.

La scorsa estate, come primo atto dopo l’insediamento, l’Amministrazione comunale ha promosso un incontro con i diversi Comuni interessati dalle FSE dell’area Taranto – Bari (Locorotondo, Alberobello, Noci, Conversano, Rutigliano, Noicattaro, Capurso, Ceglie Messapica, Cisternino, Taranto, Statte, Crispiano), con l’obbiettivo di creare una piattaforma comune da sottoporre alle Ferrovie dello Stato  ( oggi proprietaria delle FSE) e alle altre Istituzioni coinvolte.

Ora, è quanto mai necessario che l’azienda dica quali sono le azioni che intende porre in essere a brevissimo termine e non solo nel lungo periodo, per garantire la dignità del servizio e la tutela dei viaggiatori.

Per questo, ribadiamo con forza la richiesta d’incontro con il dott. Mentasti commissario delle FSE, già esplicitata lo scorso 7 dicembre e non più rinviabile. Saremo intransigenti almeno fino a quando non saranno risolte le problematiche più urgenti.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?