Locorotondo: assegnate le prime Borse di Studio “Santuzza Minischetti e Piero Scatigna”. Venerdì 19 gennaio la cerimonia di consegna

/ Autore:

Politica


Pubblichiamo un comunicato ricevuto dall’ufficio stampa del comune di Locorotondo riguardante la cerimonia di consegna delle borse di studio Santuzza Minischetti e Piero Scatigna che si svolgerà venerdì 19 gennaio alle 19,30 presso l’Auditorium comunale.

Saranno consegnate venerdì 19 gennaio 2018 le prime borse di Studio “Santuzza Minischetti e Piero Scatigna”.

Il bando di assegnazione, pubblicato nei mesi scorsi, era rivolto agli studenti residenti a Locorotondo risultati più meritevoli all’esame conclusivo delle scuole statali e paritarie di Primo e di Secondo Grado. La commissione, composta dal CapoSettore Affari Generali ed altri due funzionari comunali, dopo aver preso visione delle domande pervenute, ha stilato la graduatoria dei beneficiari, che verranno premiati nell’auditorium comunale venerdì 19 gennaio 2018 alle ore 19,30.

Ad essere ammessi sono stati in 14, di cui n. 6 per la scuola secondaria di I grado e n.8 per la secondaria di II grado. Rispettivamente: Natalia Carparelli, Fabiana Rodio, Natalia Argese, Francesco Zito, Francesco Perrini, Greta Perrini.

Per la secondaria di II grado: Valeria Cisternino, Rossella Petrelli, Valentina Scatigna, Francesca Pinto, Vincenzo Caroli, Floriana Perrini, Marianna Zigrino, Federica Trisciuzzi.

Due saranno le borse di studio da assegnare, pari a €500, 00 ciascuna, una per ogni tipo di scuola.

Promotore dell’iniziativa il consigliere comunale delegato alle Politiche Giovanili Paolo Giacovelli:

«Con questa iniziativa, come Amministrazione Comunale, vogliamo favorire la crescita culturale e sociale della cittadinanza, in particolare dei ragazzi e dei giovani, nel segno di persone che hanno saputo lasciare il segno nella nostra cmunità pur nella loro breve vita, sla professoressa Santuzza Minischetti e suo figlio Piero Scatigna, tragicamente scomparsi in un incidente stradale il 18 agosto 2013».

 


commenti

E tu cosa ne pensi?