Depuratore di Martina Franca. Oggi dissequestro del recapito finale. Collaudate le trincee drenanti

/ Autore:

Società



Oggi è previsto il dissequestro del recapito finale del depuratore di Martina Franca. Il giudice ha disposto il dissequestro per permettere alla ditta che sta eseguendo i lavori di costruzione delle trincee drenanti per conto dell’Aqp, di avviare quelli per la dismissione del recapito finale, il cui intasamento ha causato, tra il 2012 e il 2013, quella catena di eventi che ha portato al sequestro dell’impianto di depurazione di Martina Franca, del recapito finale e quindi della statale 172. Il sequestro avvenne esattamente due anni fa, il 12 febbraio 2016.

Una settimana fa è avvenuto il primo collaudo delle trincee drenanti. La prima delle quattro che sono state costruite ha superato, secondo fonti vicine all’azienda che sta realizzando l’opera, la prova. Anzi, ha dimostrato una capacità di drenaggio dell’acqua depurata oltre le stime.

Ricordiamo che le trincee drenanti sono considerate recapito temporaneo e che l’obiettivo finale del nuovo depuratore è il riutilizzo in agricoltura. Nel frattempo, però, con la prossima dismissione dell’inghiottitoio, le trincee drenanti saranno l’unico recapito dell’acqua che esce dal depuratore di Martina Franca.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?