Eventi 2018. Al via un’indagine conoscitiva. Preferenza per la bassa stagione

/ Autore:

Politica, Società



La giunta comunale di Martina Franca ha approvato una delibera per dare avvio all’indagine conoscitiva degli eventi 2018. Siamo a metà marzo e dovranno fare in fretta. Sarà nominata una commissione giudicatrice che terrà conto dell’indirizzo politico che, citando testualmente, riconosce all’ “offerta di eventi promossi dalla Città di Martina Franca” la capacità di attirare “ogni anno un gran numero di turisti e di visitatori”. Ci sarà tempo fino alle 12.30 del 3 aprile prossimo per inviare le proposte di evento.

La commissione dovrà acquisire le proposte “ritenute valide sia sotto il profilo dell’interesse pubblico e turistico, sia per i contenuti ed i soggetti coinvolti in campo turistico, nonché la positiva ricaduta economica, promozionale e di immagine del territorio”. Gli eventi potranno usufruire gratuitamente degli spazi comunali, ma avranno maggior considerazione se non costituiranno un ulteriore costo per Palazzo Ducale, e saranno ovviamente privilegiati gli eventi presentati da un gruppo di soggetti. Costituirà preferenza l’individuazione dei periodi di bassa stagione (aprile, maggio, settembre, ottobre, novembre), che ovviamente valorizzino il centro storico ed altre aree di pregio paesaggistico e commerciale, compreso l’agro.

Non avendo ancora discusso e approvato il bilancio, che si farà durante la prossima seduta di Consiglio, il 19 marzo prossimo, non è possibile ancora stanziare delle somme, o conoscere se sono state stanziate, ma voci di corridoio fanno sapere che almeno uno degli eventi del VIVA Festival di Locorotondo sarà fatto a Martina Franca, il prossimo 6 luglio, sostenuto economicamente anche da Palazzo Ducale.

Stefano Coletta, vicesindaco con delega al turismo, incontrerà gli interessati venerdì 16 marzo dalle ore 17.00 presso la Sala degli Uccelli di Palazzo Ducale durante il quale sarà proiettato il video promozionale della città che è stato presentato in anteprima alla BTM di Lecce.

A margine, ci preme sottolineare che in un passaggio della delibera si può leggere: “l’Amministrazione Comunale intende destagionalizzare le attività turistiche implementandole e rendendo costante l’affluenza turistica con una programmazione di eventi annuale al fine di garantire alle attività ricettive, commerciali e di servizi una più solida economia circolare“. Ecco, l’economia circolare è un’altra cosa, forse anche proprio l’opposto di quello che si intende con questa delibera di indirizzo, non facciamo confusione.


commenti

E tu cosa ne pensi?