Elezioni Rsu: la FLC-CGIL chiede la rimozione per incompatibilità di Sabrina Laddomada

/ Autore:

Politica



Il 17, 18 e 19 aprile 2018 le lavoratrici e i lavoratori pubblici e della conoscenza sono chiamati a rinnovare i loro rappresentanti sindacali in ogni luogo di lavoro.

Ricordiamo che nelle sedi di elezione fino a 200 dipendenti si può esprimere la preferenza per un solo candidato della lista prescelta. Oltre 200 dipendenti è consentito esprimere la preferenza a favore di due candidati della medesima lista. È possibile anche esprimere solo il voto per la lista, ma non si possono votare più liste o candidati di liste diverse da quella scelta.

Anche a Locorotondo si voterà e tra i candidati e le candidate dell’Istituto Comprensivo “Marconi-Oliva”  spicca il nome della consigliera comunale nonché capogruppo di maggioranza, Sabrina Laddomada.

Con una nota la FLC-CGIL di Bari ha segnalato l’ incompatibilità della candidatura della Laddomada e la  richiesta di rimozione della stessa

“La scrivente Organizzazione Sindacale- si legge sulla nota- avendo appreso che nelle liste presentate presso questo istituto per le imminenti elezioni RSU sarebbe presente un consigliere comunale attualmente in carica, fa rilevare come tale circostanza configura una violazione delle norme contenute all’art. 9 dell’Accordo Collettivo Quadro del 7 agosto 1998, tutt’ora in vigore. Il contenuto, che si richiama integralmente in calce, prevede espressamente una incompatibilità formale e, ormai, largamente nota e acquisita dai collegi sindacali, per la quale i membri delle amministrazioni comunali (siano essi assessori o consiglieri comunali), tanto più se dello stesso comune in cui svolgono il proprio servizio, devono considerarsi immediatamente decaduti dalla carica sindacale elettiva “in qualsiasi momento” in cui tale incompatibilità si manifesti. Appare evidente che, per il tenore della norma e per il previsto automatismo della decadenza, l’Accordo Quadro stabilisce che la stessa proposizione della candidatura genera un’ineleggibilità formale e di fatto del lavoratore che ricopra già una carica amministrativa. Alla luce di quanto esposto e, riservandoci in caso contrario ogni ulteriore iniziativa a tutela delle norme e dei principi posti alla base del corretto svolgimento delle elezioni e delle Rappresentanze sindacali unitarie nelle scuole, chiediamo di rimuovere dalla relativa lista la candidatura incompatibile del/la lavoratore/trice che si trovi nella situazione di incompatibilità sopra descritta”.

L’articolo 9 dice infatti che. La carica di componente della RSU é incompatibile con qualsiasi altra carica in organismi istituzionali o carica esecutiva in partiti e/o movimenti politici. Per altre incompatibilità valgono quelle previste dagli statuti delle rispettive organizzazioni sindacali. Il verificarsi in qualsiasi momento di situazioni di incompatibilità determina la decadenza della carica di componente della RSU.


commenti

E tu cosa ne pensi?