Dimissioni Coletta. Martino Miali: “Problema politico, Ancona riferisca in Consiglio comunale”

/ Autore:

Politica


Martino Miali, ex consigliere comunale, eletto durante il primo mandato Ancona tre le fila dell’UDC, ha voluto esprimere il suo pensiero sulle dimissioni di Stefano Coletta sottolineando l’importanza politica di tale gesto che potrebbe creare non pochi grattacapi al sindaco Franco Ancona.

A seguito delle dichiarazioni al vetriolo esternate da Stefano Coletta credo sia alquanto opportuno che il Sindaco riferisca in Consiglio comunale soprattutto per i contenuti riferiti dallo stesso Coletta che parlano di atteggiamento supino e subordinato di Ancona nei confronti di dirigenti che spadroneggerebbero in lungo e in largo infischiandosene degli assessori attuali.
Conoscendo personalmente Coletta se ha preso questa sofferta decisione è sicuramente frutto di un disagio sempre più crescente unito ad un impotenza nel non riuscire a risolvere i numerosi problemi derivanti dalle sue deleghe assessorili.
Ricordo sommessamente che sono gli assessori che devono dare gli indirizzi politici ai dirigenti e non viceversa.
Ma se il sindaco attuale, come riferito da Coletta, rimane inerme di fronte ad ingerenze simili si pone un problema oltre che politico anche di stasi e paralisi amministrativa.
Coletta non è un assessore qualsiasi, è un eletto con un suffragio straordinario e le sue dimissioni, se non dovessero essere ritirate pongono un problema politico di grande rilevanza in seno alla maggioranza attuale di governo.


commenti

E tu cosa ne pensi?