Quote rosa a Palazzo Ducale. LeAli: “L’amministrazione non rispetta la Legge Del Rio”

/ Autore:

Politica


Dopo le recenti novità a Palazzo Ducale (scosso dalle dimissioni di Coletta), “LeAli per Martina” interviene sulla questione relativa alle quote rosa in maggioranza, criticando il sindaco Ancona per il mancato rispetto della Legge Del Rio. Di seguito nota del coordinatore Antonio Conserva e dei consiglieri comunali Eligio Pizzigallo e Giulietta Marangi:

Restiamo francamente perplessi dalle parole del Sindaco Ancona il quale, nel corso di una recente intervista, a precisa e diretta domanda sui motivi del mancato rispetto, nella composizione della Giunta dallo stesso presieduta, delle quote relative alla parità di genere, ai sensi e per gli effetti della c.d “Legge Del Rio”, invitava a “considerare l’Amministrazione complessivamente”, evidenziando e sottolineando la presenza di un cospicuo numero di donne in Consiglio Comunale, almeno tra i banchi della maggioranza.

Ebbene ricordiamo a noi stessi, al Sindaco Ancona ed all’intera cittadinanza che, ai sensi e per gli effetti dell’Art. 1, comma 137, della Legge 7 aprile 2014 n. 56, “nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico”.

Detta Legge prevede, pertanto, che il rispetto della “quota di genere” debba sussistere nella composizione della Giunta Comunale e non, al contrario, all’interno del Consiglio Comunale.

Pur annoverando l’Amministrazione Ancona un considerevole numero di donne tra i banchi del Consiglio Comunale che, date le riconosciute competenze e l’elevato spessore professionale e umano, ben potrebbero ricoprire il prestigioso incarico di Assessore, allo stato attuale la Giunta Ancona non rispetta, nella sua composizione, la quota del 40% del genere femminile, risultando composta da due donne e ben cinque uomini.

In data 13 settembre 2017 i Consiglieri Comunali del gruppo di opposizione presieduto dal Dott. Eligio Pizzigallo provvedevano a presentare su detta questione un’interrogazione al Sindaco, il quale rispondeva dapprima con nota del 22 settembre 2017 e, successivamente, nel convocato Consiglio Comunale del 29 settembre 2017 impegnandosi espressamente, in entrambe le occasioni, a provvedere nei successivi mesi a garantire il pieno rispetto della disposizione di Legge richiamata nella sucitata interrogazione.

A seguito delle dichiarazioni e promesse del Sindaco Ancona i nostri Consiglieri riponevano la loro fiducia nelle parole del Sindaco stesso e desistevano, pertanto, dal proporre Ricorso all’Autorità Giurisdizionale Amministrativa, pur nella piena consapevolezza della assoluta fondatezza dello stesso, atteso che il rispetto della normativa innanzi citata risulta principio ormai acquisito nel nostro ordinamento.

Nei giorni scorsi, a seguito delle dimissioni dell’Assessore Coletta e dell’intervenuto Decreto di nomina del nuovo Assessore Cramarossa, la problematica del mancato rispetto della quota di genere – rosa – nella composizione della Giunta Ancona si è manifestata e riproposta in tutta la sua evidenza.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?