In fila al pronto soccorso. Ogni estate è un’emergenza. Ecco l’effetto dei tagli alla sanità

/ Autore:

Cronaca



Una foto scattata ieri al pronto soccorso di Martina Franca. Pazienti in barella nel corridoio, in attesa di ricevere le cure. Sui social si scatena il dibattito e si scopre che i pazienti arrivano da tutto il territorio, anche fuori dalla provincia, addirittura da Erchie. Questo è l’effetto della chiusura delle strutture del Moscati e del San Marco di Grottaglie, come riporta oggi anche la Gazzetta del Mezzogiorno. Una sanità che dimostra segni di cedimenti, e si tiene in piedi solo grazie al lavoro e al sacrificio del personale ospedaliero, che fa i salti mortali pur di continuare a mantenere dignitoso un servizio pubblico. Eppure, per i codici meno gravi, al pronto soccorso di Martina Franca, che ieri pare abbia avuto più di cento accessi, si rischia di aspettare ore e anche di attendere nel corridoio, come dimostra la foto pubblicata da un lettore sul suo profilo Facebook. Manca il personale e la chiusura delle strutture nel territorio non fa che aumentare la difficoltà del sistema, che deve rispondere alle esigenze di una popolazione che in estate quasi raddoppia e che ricorre alla cure del pronto soccorso anche a causa delle alte temperature. Di ieri è inoltre la notizia che al pronto soccorso del Giovanni XXIII di Bari, ci sarebbe un solo medico a disposizione.


commenti

E tu cosa ne pensi?