Martina piange Fratel Giuseppe Argese il missionario “silenzioso”

/ Autore:

Società


Se ne è andato la scorsa notte Fratel Giuseppe Argese il missionario martinese che tanto ha fatto per l’Africa.
Era nato nel 1932 nella nostra città, nel 1957 parte come missionario in Kenya con i missionari della Consolata. In questi anni ha attirato su di sé e sul suo lavoro l’attenzione di tutto il mondo a tal punto di ricevere, nel 1999, il prestigioso riconoscimento “Path to Peace“, consegnatogli presso il Quartiere Generale delle Nazioni unite a New York, uno dei più alti riconoscimenti per il contributo allo sviluppo della pace a livello internazionale, consegnatogli presso il Quartiere Generale delle Nazioni Unite a New York e la nomina di “Cavaliere al merito della Repubblica Italiana“.

In Kenya ha diretto e progettato la costruzione della Cattedrale del Meru e di molte altre chiese, come quelle di Maua e Tuuru. Qualche anno più tardi ha dato inizio alla sua maggiore attività: la pianificazione e la costruzione di numerose opere di ingegneria idraulica riguardanti la raccolta e la distribuzione dell’acqua, acqua che oggi viene distribuita a centinaia di migliaia di persone.

Mukiri (il silenzioso) come veniva chiamato dai suoi in virtù della sua capacità di realizzare i sogni dell’Africa senza nessun tipo di clamore, lascia un vuoto enorme colmato solo dalle sue opere straordinarie.


commenti

E tu cosa ne pensi?