Ceglie Messapica: Partono i controlli sulla raccolta differenziata

/ Autore:

Ambiente, Società


In arrivo verifiche sulla raccolta differenziata a Ceglie Messapica. Chi non effettuerà una raccolta differenziata in maniera corretta infatti rischierà multe pesanti. Il nuovo provvedimento adottato dall’Amministrazione comunale, polizia locale e gestore della raccolta differenziata è finalizzato a punire con sanzioni più pesanti tutti coloro che non conferiscono correttamente i rifiuti. I controlli saranno effettuati dagli operatori ecologici che se nel corso dei controlli della differenziata riscontreranno qualche anomalia, applicheranno sui sacchetti un adesivo con su scritto “Errato conferimento”. Successivamente la polizia locale procederà con le eventuali sanzioni. Se conferito erroneamente il rifiuto non sarà raccolto dagli operatori ed il cittadino avrà tempo di rimediare nei giorni successivi. Se continuerà a conferire erroneamente, la polizia locale procederà con le sanzioni, dopo segnalazione da parte degli operatori ecologici. I nuovi controlli a partire dal 19 novembre: “La nuova iniziativa punta a migliorare la situazione della raccolta differenziata, con maggiore sensibilizzazione anche per quei cittadini che ancora riscontrano qualche difficoltà nel giusto conferimento dei rifiuti” – ha commentato l’assessore all’ambiente del comune messapico Antonello Laveneziana. “L’adesivo che sarà applicato nei primi controlli va proprio in questa direzione, dare una ulteriore indicazione al cittadino per conferire. In questo modo ogni singolo cittadino potrà dare un contributo ancora maggiore e concreto alla città in termini di gestione della raccolta differenziata” – ha continuato l’assessore Laveneziana. Il comune cegliese inoltre continuerà anche i controlli nell’agro cegliese contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti. Il programma avviato da tempo grazie anche ad una convenzione con i carabinieri forestali e all’impiego di fototrappole e telecamere nascoste ha portato negli scorsi giorni a nuove sanzioni.


commenti

E tu cosa ne pensi?