Xylella: l’infezione continua ad avanzare. Ampliata la zona cuscinetto

/ Autore:

Cronaca



Il 16 gennaio scorso con Determinazione del Dirigente Sezione Osservatorio Fitosanitario n. 3, è stato disposto l’ampliamento della zona cuscinetto nel raggio di 10 chilometri dal punto dove è stato ritrovato l’olivo infetto in agro di Monopoli.

La precedente delimitazione, relativa alla Dsd 674/2018, che recepiva la Decisione di esecuzione (Ue) 2018/927 della Commissione del 27 giugno 2018, viene così modificata ed ampliata, con la zona cuscinetto che arriva ormai fino ad i comuni della provincia di Bari di Conversano e Polignano. Tale avanzata verso nord della delimitazione, porta con sé un ampliamento della zona infetta al focolaio puntiforme di Monopoli. Ecco il dettaglio.

Zona infetta
Lecce e Brindisi sono investite per tutto il territorio provinciale, e così i 22 comuni della provincia di Taranto già delimitati lo scorso anno con la Dsd 674/2018. Per quanto attiene la provincia di Bari, al territorio del comune di Locorotondo si aggiunge parzialmente quello di Monopoli, interessato al focolaio puntiforme.

Zona di contenimento
In provincia di Bari è zona di contenimento Locorotondo, per l’intero territorio comunale; in provincia di Brindisi la zona comprende, per l’intero territorio i comuni di Fasano e Cisternino, mentre sono parzialmente interessati quelli di Ceglie e Ostuni. In provincia di Taranto la zona di contenimento riguarda per intero i comuni di Crispiano, Montemesola e Statte; mentre interessa parzialmente il territorio comunale di Grottaglie, Monteiasi, San Giorgio Ionico, Faggiano, Martina Franca, Leporano e Taranto.

Zona cuscinetto
Per tenere sotto controllo l’area e il vettore, la nuova zona cuscinetto è stata così rideterminata: Massafra (Ta) e Alberobello (Ba) vi ricadono per l’intero territorio comunale oltre a Monopoli (Ba), eccezion fatta per il punto ove è stato localizzato il focolaio. Vi ricadono poi parzialmente i comuni tarantini di Palagiano, Mottola e Massafra, oltre quelli baresi di Castellana Grotte, Conversano, Polignano, Putignano e Noci.


commenti

E tu cosa ne pensi?