Turismo. Alla BIT di Milano prosegue la promozione del brand “Valle d’Itria”

/ Autore:

Economia



Continua il percorso di promozione del brand “Valle d’Itria” attraverso l’azione congiunta dei Comuni che nel giugno scorso hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa della Valle d’Itria. Di seguito nota congiunta dei comuni:

Alberobello, Ceglie Messapica, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca ed Ostuni sono presenti all’interno della Borsa Internazionale del Turismo nello spazio espositivo del programma “Benvenuti in Puglia”, con che si sta svolgendo a Milano in questi giorni, fino a domani 12 febbraio.

Nel pomeriggio di oggi, lunedì 11 febbraio, alle ore 16.00 è in programma una conferenza stampa sul tema “Destinazione Valle d’Itria, programma congiunto di valorizzazione territoriale”, a cui prenderanno parte gli assessori dei Comuni aderenti e la assessora all’industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone. A fare gli onori di casa per la Valle d’Itria ci sono Vittorino Smaltino ed Ermelinda Prete, rispettivamente vicesindaco e assessora al Turismo e Cultura di Locorotondo, Gianfranco Palmisano, vicesindaco e assessore al Turismo del Comune di Martina Franca, e Antonello Lavenziana, assessore alla Cultura del Comune di Ceglie Messapica, Mario Saponaro per il Comune di Cisternino.

All’importante appuntamento fieristico, i Comuni hanno provveduto a raccogliere materiale informativo delle varie strutture ricettive ed attività turistiche operanti in Valle d’Itria da presentare ai buyer. In serata a cura dell’AIS Puglia verrà offerta una cena ai giornalisti accreditati in cui verrà servito il vino della azienda agricola Olimpia, con vigneti in Valle d’Itria.

Il Comune di Martina Franca, inoltre, questo pomeriggio, parteciperà alla conferenza stampa dell’iniziativa “Andy Warhol – L’alchimista degli anni sessanta”, la mostra diffusa che sarà esposta dal 29 aprile al 3 dicembre 2019 al Palazzo Ducale di Martina Franca organizzata dal Comune di Martina Franca in collaborazione con Federalberghi e WalkingArt.


commenti

E tu cosa ne pensi?