Pubblica illuminazione. Il Consiglio approva il PRIC

/ Autore:

Politica



Il Consiglio comunale ha approvato il Piano Regolatore dell’Illuminazione Pubblica, presentato a novembre e finalmente approdato in aula (qui si può leggerlo integralmente). Ora si attende solo il progetto esecutivo e i lavori per far diventare moderna l’illuminazione di Martina Frana potranno iniziare. Nella delibera, però, non si fa nessun riferimento alla scelta di tentarle tutte per salvare le vecchie lanterne del centro storico, il cui valore identitario è noto, ma che prima di ottobre nessuno avrebbe mai pensato che fossero a rischio. Non c’è al momento nessun atto pubblico in cui si afferma che si stia lavorando per salvare le lanterne (a parte una nota stampa), eppure l’assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Palmisano ha dichiarato ieri durante la seduta che si sta lavorando in questi termini: “Il recupero delle lampade è sempre stato un obiettivo dell’amministrazione. Ne abbiamo 295 esistenti. e dobbiamo risolvere il problema di colmare la differenza con le necessità del PRIC. Nessuno aveva pensato di gettarle. Abbiamo già scritto all’azienda se fosse possibile installare quella tecnologia. L’azienda ha detto no, ma sicuramente c’è la tecnologia per farlo. L’ingegner Palladino avrà un incontro in un’azienda a cui chiederà. Si sta procedendo per il recupero di quelle che ci sono e per le nuove chiederemo di realizzarle con dei calchi che riprendano la forma di quelle storiche. Le lanterne esistenti vanno valorizzate, cosa che auspico, inserendole nei percorsi turistici individuati dal PRIC. La ditta è completamente a disposizione. I costi dell’implementazione della tecnologia li stiamo valutando“.

Non si conoscono i costi di questa scelta, e il punto è che nel project financing nessuno si è ricordato di inserire chiaramente questo punto. Ora si attende di conoscere i costi, e quindi un chiaro atto di indirizzo politico, così come sostiene Nico Blasi di Umanesimo della Pietra, che determini il valore economico dell’identità delle lanterne.


commenti

E tu cosa ne pensi?