Furto al Liceo Scientifico. Danni per decine di migliaia di euro. Il preside Carducci: “Uno scempio”

Decine di migliaia di euro di danni per un furto che sul mercato non potrà che ricavarne poche centinaia. Tre o quattro ladri, incappucciati, sono entrati col mezzo dentro il recinto del plesso scolastico in contrada Pergolo, intorno all’una di notte e avrebbero avuto tutto il tempo di scassinare l’ingresso, entrare e scassinare tutto quello che potevano, probabilmente con l’aiuto di un flex. La scuola non è dotata di impianto di allarme “perché la Provincia non ha mai voluto” commenta il dirigente Giovangualberto Carducci, ma è dotata solo di un impianto di videosorveglianza esterno.

I ladri, tre o quattro, avrebbero agito per almeno tre ore e hanno portato via circa trenta pc portatili e altrettanti tablet. Questi ultimi acquistati grazie ad un PON Fesr, quindi grazie ad un bando europeo, ma molti invece acquistati con i fondi scolastici, grazie al contributo annuale volontario delle famiglie. “Per quest’anno non potranno essere sostituiti” commenta dispiaciuto Carducci, “hanno rotto tutto quello che hanno trovato chiuso”.

I danni quantificati sono dai venti ai trentamila euro, a parte il danno subito dagli studenti. Sono stati scassinati tutti gli armadietti all’interno dei quali erano custoditi i portatili collegati alle Lavagne Interattive Multimediali (LIM), e anche l’armadietto in vicepresidenza dove erano custoditi i compiti in classe.

Sul fatto stanno indagando gli uomini del Commissariato di Polizia di Martina Franca.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.