Furti d’auto, estorsioni e spaccio: tra i sospettati anche un ragazzo di Locorotondo

/ Autore:

Cronaca



Furti, estorsioni di autovetture e spaccio di sostanze stupefacenti sono i reati contestati ad alcuni individui indagati dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Monopoli.

L’Operazione, denominata Lamalunga ha preso  l’avvio  da quanto accaduto in quella contrada del territorio di Monopoli dove uno degli indagati, un 32enne, aveva costituito la propria base operativa. Le indagini sono state avviate a seguito di un furto avvenuto a Bari nel mese di maggio 2013, con una Volante della Polizia che intercettò una Fiat Panda rubata.

A seguito dell’incremento dei furti d’auto in quel periodo, i poliziotti del Settore Anticrimine del Commissariato di P.S. di Monopoli si sono messi sulle tracce di un gruppo di persone che utilizzavano il fenomeno estorsivo del “cavallo di ritorno”. Alcuni degli indagati, approfittando della necessità delle vittime di ritornare in possesso delle autovetture rubate, avevano creato una rete che costringeva le stesse vittime ad avvicinarli con la speranza di riottenerle; i malcapitati solo in seguito tornavano in possesso delle rispettive auto, fatte abilmente ritrovare dagli indagati a distanza di pochi giorni dal pagamento del riscatto.

Nell’ambito dell’attività d’indagine è stato inoltre individuato anche un ragazzo insospettabile, di Locorotondo, solito frequentare i locali della movida del sud-est barese; il giovane consegnava a domicilio dosi di cocaina.


commenti

E tu cosa ne pensi?