Un arresto e 7 denunce: proseguono i controlli dei Carabinieri di Martina Franca

/ Autore:

Cronaca



Controllo straordinario del territorio, 1 arresto, 7 denunce a piede libero e 11 persone segnalate all’ U.T.G. quali assuntori di droga. Di seguito nota del comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri:

1 arresto, 7 denunce a piede libero e 11 persone segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti, sono il risultato di un servizio di controllo straordinario del territorio, disposto dalla Compagnia Carabinieri di Martina Franca (Ta), finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere. Il NORM e le Stazioni di Martina Franca, San Giorgio Jonico (Ta) e Grottaglie (Ta) e Montemesola (Ta) nel corso di tale attività, in esecuzione di ordine di carcerazione hanno tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto, un 55enne, di Monteiasi (Ta), condannato ad espiare anni 5, mesi 10 e giorni 6 di reclusione perché riconosciuto colpevole dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minaccia.

Nel medesimo contesto operativo sono state denunciate in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria tarantina, 7 persone ritenute responsabili di diversi reati e più specificatamente: 5 per violazione delle prescrizioni derivanti dalla misura della detenzione domiciliare alla quale erano sottoposti, in quanto venivano trovati in compagnia di soggetti estranei al proprio nucleo familiare; 1 per furto con strappo; 1 per violazione degli obblighi derivanti dalla misura della semilibertà alla quale era sottoposto in quanto, al momento del controllo presso il luogo di lavoro autorizzato dal Magistrato di Sorveglianza, lo stesso non era presente ne tanto meno forniva plausibile giustificazione.

Inoltre, venivano segnalati alla Prefettura di Taranto 11 soggetti poiché trovati in possesso complessivamente di gr.5,5 di hashish, gr.2 di cocaina e gr. 4 marijuana che, sottoposti a sequestro, verranno analizzati dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.


commenti

E tu cosa ne pensi?