Manutenzione basolato. Lavori bloccati da dicembre e una strada da rifare.

/ Autore:

Politica, Società



Lavori di sostituzione del basolato nel centro storico bloccati da dicembre e una strada da rifare a causa della mancata richiesta di autorizzazione alla Soprintendenza dei Beni Culturali di Taranto. La vicenda è emersa durante il congresso del PD di sabato scorso, quando Donato Pentassuglia dal microfono ha chiesto al partito di fare fronte comune col sindaco per risolvere la vicenda. Una vicenda di cui sembrava non essere a conoscenza nessuno, nemmeno i consiglieri (così sembra), ma che è una bella gatta da pelare. Giuseppe Mandina, dirigente dell’UTC, ha confermato al Quotidiano che i lavori sono stati messi in pausa in attesa di chiarire la vicenda. Un mese fa il soprintendente Carmelo Di Fonzo ha fatto un sopralluogo a Martina Franca e ha constatato che alcuni lavori andrebbero rifatti, perché usato il cemento invece che la calce. Il Comune, per i lavori di manutenzione, non ha chiesto l’autorizzazione, perché concernenti strade non inserite nell’elenco dei beni culturali. Solo che, essendo tutte nel centro storico, di fatto vengono considerate dalla Soprintendenza tutelate ai sensi dell’articolo 10 del Codice dei Beni Culturali.

Se è possibile considerarla una svista, non si sa, ma rimane il fatto che i tempi dei lavori sicuramente si allungheranno, e anche i relativi costi, considerando che Vico II Vittorio Emanuele dovrà essere rifatta da capo.

La vicenda, come detto prima, non sembra essere stata affrontata ancora ufficialmente in maggioranza, nononstante siano passati ben tre mesi. L’assessore al ramo non avrebbe relazionato in commissione nè se ne è discusso, se non grazie alla domanda posta dal segretario di Visione Comune Claudio Cavaliere che, però, è stato rassicurato da tutto l’esecutivo che le cose sono gestite e vanno verso la risoluzione.


commenti

E tu cosa ne pensi?