Imprese possibili, territorio e cultura. Tutto pronto per i Colloqui di Martina Franca

/ Autore:

Economia


La Giunta comunale, con apposita delibera, sostiene, attraverso il pagamento di alcune quote, la partecipazione degli studenti delle scuole medie superiori e delle università alla sesta edizione de “I Colloqui di Martina Franca” attraverso la formula Robin Hood (maggiori info su www.colloquidimartinafranca.it).

I Colloqui di Martina Franca, giungono al secondo giro di boa, concludendo, con l’edizione 2019, il triennio intitolato “Imprese Possibili” durante il quale si è cercato di indagare il rapporto tra territorio e cultura, tra industria e automazione e, quest’anno, tra innovazione e resilienza ponendo al centro del dibattito il futuro dei sistemi complessi, come la società e le città.

L’evento è organizzato dal Consorzio Costellazione Apulia, che raccoglie circa 50 imprese impegnate ad animare il dibattito culturale sui temi di uno sviluppo economico e sociale, in partenariato con la Camera di Commercio di Taranto, che sostiene la partecipazione all’evento di venti imprese del territorio, e con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Martina Franca.

All’iniziativa saranno presenti, come relatori, personalità accademiche del mondo dell’impresa e della cultura, di spessore nazionale e internazionale: con Ugo Bardi, ricercatore esperto di questioni energetiche e membro del Club di Roma, si entrerà nel tema delle complessità delle società umane e il principio dei “ritorni decrescenti”; con Ilaria Losa ed Emanuele Ciapessoni del RSE – Ricerca sul Sistema Energetico – si analizzeranno le complessità del sistema elettrico; le complessità e le resilienze delle città è il tema che sarà introdotto da Paolo Pellizzaro, dirigente Comune di Milano; con Marica Di Pierri, che opera con la ONG “A Sud”, si avvierà un confronto sul tema dei conflitti sociali; con Marco Cabassi, presidente della Bastogi, la più antica azienda italiana quotata in borsa, partendo dalla storia della sua impresa, si discuterà sulla resilienza delle imprese, sulla capacità di adattarsi al cambiamento; Massimo Lettieri, fondatore delle cooperativa sociale Rimaflow introdurrà il tema del sacrificio, la fatica, l’entusiasmo, la riscoperta, la novità, la determinazione, la volontà, la bellezza del lavoro e attraverso il lavoro.

La complessità delle lingue sarà il tema affrontato da Giovanni Semeraro, ricercatore esperto di sistemi in grado di interpretare il contenuto di testi attraverso tecniche di Intelligenza Artificiale. I Big Data, troppo complessi per poter essere compresi ed analizzati dall’uomo, è il tema che sarà affrontato con Roberto Bellotti, ricercatore esperto di tecniche di Intelligenza Artificiale per elaborare dati medici e scientifici. La complessità nell’arte sarà il tema introdotto da Boian Videnoff, giovanissimo direttore della orchestra filarmonica del Mannheim.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?