Corsi di recupero al Tito Livio. Scialpi: “Contributi da poche famiglie e i Governi tagliano sempre sulla scuola”

/ Autore:

Cultura



Il liceo Tito Livio di Martina Franca non ha potuto attivare i corsi di recupero estivi per gli studenti in debito a causa della manca di fondi. Abbiamo chiesto un parere all’assessore alle Attività Culturali Antonio Scialpi, ex docente dello stesso istituto: “In effetti mi risulta che lungo il corso dell’anno il Tito Livio ha attivato lo Sportello didattico e corsi di recupero in tutte le discipline per i giovani che ne avevano bisogno. Circa trenta. Sono i corsi più efficaci perchè intervengono quando le difficoltà insorgono. Inoltre, il Tito Livio ha obbligatorie sono 15 euro all’atto di iscrizione, mentre è volontario il contributo di 55 euro, che pochissime famiglie responsabilmente pagano. I governi poi quando possono tagliare, tagliano sempre partendo dalla scuola e dai servizi agli studenti. Infine, una mia considerazione : sono stato sempre scettico sui corsi estivi di recupero: in 10-15 ore cosa si recupera? Poco o niente. E’ tutta una materia va ridiscussa e governata anche con mezzi finanziari adeguati. Ma si sa la scuola esiste solo quando si tratta di tagliare sulla pelle di famiglie e studenti”.


commenti

E tu cosa ne pensi?