Locorotondo: al via le domande per il reddito 3.0 e per i Buoni Servizio per Anziani e Disabili

/ Autore:

Politica



Pubblichiamo una nota ricevuta dall’ufficio stampa del comune di Locorotondo – Assessorato alle Politiche Sociali in cui si ricorda che è possibile presentare domanda per il Reddito 3.0 e, dal 1° agosto, le domande per i Buoni Servizio per Anziani e Disabili.

Si informano i cittadini che a partire da lunedì 24 giugno 2019 alle ore 12:00 sarà attiva la piattaforma regionale per la presentazione delle domande di accesso al Reddito di Dignità (ReD 3.0), accessibile attraverso il seguente link: http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/red2019
Giunta alla sua terza edizione il Reddito di Dignità (disciplinato dall’Avviso Pubblico adottato con l’A.D. 468/2019) prevede importanti e significative novità ai fini di semplificare la compilazione della domanda da parte sia dei singoli cittadini, che operino dalle proprie postazioni private, sia dagli operatori degli Sportelli CAF e dei Segretariati sociali comunali regolarmente accreditati.
Si informa, infine che, già a partire dal 24 giugno, oltre al consueto “Supporto Tecnico” accessibile direttamente dalla piattaforma, sarà attivo (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00) il servizio telefonico di supporto informatico al numero 080/4670218.

Buoni Servizio Anziani e Disabili,

DOMANDE DAL 1° AGOSTO fino alle ore 12:00 del 30 SETTEMBRE 2019

La domande, come consueto, potranno essere presentate esclusivamente on-line sulla piattaforma telematica dedicata, all’indirizzo http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/CATALOGO.

Il buono servizio  per disabili e anziani non autosufficienti è un beneficio economico per il contrasto alla povertà rivolto alle persone con disabilità e anziani non autosufficienti, nonché ai rispettivi nuclei familiari di appartenenza,  vincolato al sostegno al pagamento delle rette di frequenza presso servizi a ciclo diurno semi-residenziale e servizi domiciliari scelti da un apposito catalogo telematico dell’offerta.

Attraverso il Buono servizio, le famiglie pugliesi possono richiedere l’accesso ad una delle seguenti tipologie di servizio presenti sul catalogo telematico dell’offerta, ad un costo significativamente contenuto:

  • Strutture a ciclo diurno;
  • Centro diurno socio-educativo e riabilitativo per persone con disabilità (art. 60);
  • Centro diurno integrato per il supporto cognitivo e comportamentale a persone affette da demenza (art. 60ter);
  • Centro diurno per persone anziane (art. 68);
  • Centro sociale polivalente per persone con disabilità (art. 105);
  • Centro sociale polivalente per persone anziane (art. 106);
  • Servizi domiciliari;
  • Servizio di Assistenza Domiciliare sociale (SAD – art. 87);
  • Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI – art. 88)  – per la sola componente sociale del 1° e 2° livello.

Il  Buono Servizio, infatti,  copre una percentuale della retta di frequenza dei predetti servizi, da un minimo del 20%, sino ad un massimo del 100% in base al valore ISEE di riferimento (del singolo o della famiglia secondo i casi),  al netto di una franchigia fissa di soli 50 euro mensili per l’accesso a servizi a ciclo diurno, a carico dei nuclei familiari.


commenti

E tu cosa ne pensi?