Il sindaco di Locorotondo passa a Fratelli d’Italia e si candida alle regionali 2020

/ Autore:

Politica



Frenino le lingue chi pensa che Tommaso Scatigna sia passato sul carroccio dei vincitori, con la Lega di Salvini al 39% nei sondaggi. Tommaso Scatigna fa la corte alla Lega da tanto tempo ma ha annunciato oggi su Instagram di aver lasciato Forza Italia per passare non è specificato bene dove. Tutti pensavano fosse alla Lega, prova ne è l’ospitata del 2014 di Salvini a Locorotondo (venuto a prendersi le contestazioni). Invece, viva voce dal sindaco, il passaggio è a Fratelli d’Italia.

Il sindaco di Locorotondo annuncia l’addio a Forza Italia con un post su Instagram, dove spiega che “Purtroppo la mia gente ha bisogno di posizioni politiche chiare, nette, realmente di centro destra”. Praticamente le stesse motivazioni con le quali i quattro consiglieri di Forza Italia di Martina Franca hanno lasciato la malferma nave berlusconiana passando con il primo nei sondaggi.

View this post on Instagram

Il momento di lasciare, questa volta definitivamente, è mio malgrado arrivato. Al contrario di altri, di tanti altri, mi sento in dovere di ringraziare il partito di Forza Italia per le opportunità che mi ha dato. Per aver creduto in me, tanto da darmi perfino la possibilità di rappresentare il mio collegio alle scorse politiche. Credo di aver avuto la fortuna di conoscere bravissime persone in questi anni, ottimi amministratori ed infaticabili coordinatori. Il mio abbraccio più forte va senz’altro all’ On. Mauro D’attis, che vorrei estendesse a tutti coloro i quali hanno condiviso con me, battaglie e campagne elettorali che ci hanno visto protagonisti. A chi resta auguro grandi fortune oltre che ogni bene. Vado via con garbo, senza sbattere la porta, così come sono entrato. Purtroppo la mia gente ha bisogno di posizioni politiche chiare, nette, realmente di centro destra. Io provengo da un territorio che ha bisogno di essere considerato, oltre che rappresentato in seno alle varie istituzioni. Ringrazio per il duro lavoro svolto il coordinatore locale del partito, che mi ha sempre sostenuto e del quale posso immaginare il dispiacere. La mia passione politica ed il sostegno dei miei tantissimi amici ed elettori, mi inducono ad intraprendere nuovi percorsi e nuove avvincenti prossime sfide elettorali, come le regionali del prossimo anno. Sogno un centro destra unito, in grado di superare gli steccati ideologici e di credere fermamente nei suoi valori di sempre, oltre che nel rispetto degli uomini e di tutti i territori. Con stima e gratitudine Tommaso Scatigna.

A post shared by Tommaso Scatigna (@tommasoscatignasindaco) on


commenti

E tu cosa ne pensi?