Differenziata e associazioni. Il Comune risponde alla Cgil: “Il capitolato d’appalto non c’entra nulla”

/ Autore:

Ambiente, Politica



L’assessore Valentina Lenoci risponde alla nota inviata dalla Cgil in merito all’utilizzo dei volontari, rimborsati con una somma di 3000 euro, per le attività che, a detta del sindacato, sarebbero in realtà appannaggio dei lavoratori. Mentre il sindacato esprime dubbi sulla scelta, perché di fatto violerebbe il capitolato d’appalto, la Lenoci risponde che le attività previste per le associazioni non c’entrano nulla. La scadenza per presentare l’offerta era il 30 agosto.

Ecco cosa scrivono dal Comune:

Leggiamo dalla stampa la nota diffusa dalla CGIL in ordine all’ Avviso pubblico del Comune di Martina Franca per l’individuazione di associazioni di volontariato disponibili a collaborare con l’Amministrazione nelle attività riconducibili al miglioramento della raccolta differenziata.

Ci stupisce sentir parlare di violazione al Capitolato d’Appalto che prevede specifici compiti e responsabilità delle parti coinvolte che nulla ha a che fare con l’oggetto dell’avviso pubblico.

Questa Amministrazione, nella sua azione di governo, cerca sempre di unire il valore delle associazioni agli obiettivi prefissi.

Anche in questo caso parliamo di un semplice invito che abbiamo fatto alle associazioni del territorio per svolgere, volontariamente, nella logica della diretta partecipazione alla vita sociale della comunità, attività che mirano ad un maggiore supporto ai cittadini nella raccolta differenziata e a un maggiore e più intenso presidio sul territorio.

Azioni che mirano anche ad un miglioramento del servizio che, nulla lo vieta, può servirsi di ulteriori iniziative di sensibilizzazione, informazione e comunicazione aggiuntive rispetto a quelle previste nel contratto di appalto.

L’avviso non prevede un contributo ma un semplice rimborso spesa per le associazioni. Un’azione sperimentale per soli 4 mesi. Il primo passo per arrivare, negli anni a venire, alla costituzione delle Gev – Guardie Ecologiche Volontarie, presenti in tutta Italia.

Dispiace leggere che le rappresentanze sindacali della CGIL asseriscono di un mancato confronto dell’Amministrazione con le organizzazioni sindacali.

Nel corso dell’ultimo anno più volte abbiamo incontrato i lavoratori, aderenti alle organizzazioni sindacali, che ci hanno manifestato le criticità che incontrano nello svolgimento del loro lavoro.

A questi lavoratori non abbiamo mai negato e mai sarà negato anche nel futuro, confronto e ascolto. Con questi ci siamo impegnati per fare quanto di nostra competenza per assicurare loro le migliori condizioni di lavoro.
Proprio lo scorso febbraio si è tenuto a Palazzo Ducale un incontro richiesto dalla CGIL per discutere delle criticità incontrate nelle operazioni di pulizia del mercato settimanale.

Anche nell’ottica di migliorare quella situazione abbiamo pensato questo avviso che potrà garantire un maggiore presidio sia nel corso del mercato settimanale che nel corso delle operazioni di pulizia.

La richiesta d’incontro da parte della CGIL non ci risulta pervenuta, ma ribadiamo, come sempre, tutta la disponibilità al confronto e alla massima collaborazione con tutti i cittadini e gli attori sociali.


commenti

E tu cosa ne pensi?