Raccolta del mozzicone, ripuliti diversi punti della città. I ringraziamenti di Condivisione Italia

/ Autore:

Ambiente



Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare. (Andy Warhol). Un’idea di Condivisione Italia e ridondante su scala nazionale ha preso vita sabato 28 settembre anche a Martina Franca grazie all’entusiasmo e la voglia di fare di fare un gruppo di volontari!

La referente di Condivisione Italia – Martina Franca Giovanna Salvatore, il dirigente regionale di Legambiente Nanni Palmisano ed il Presidente di Amore per Martina Giovanni Fumarola insieme a tantissimi volenterosi sono scesi in piazza per lanciare un messaggio fatto si da slogan, ma ancor più da fatti: salvare il pianeta anche con la raccolta dei mozziconi di sigaretta!

Tutti i #fari di Condivisione Italia, progetto ideato dall’editore Paolo Giacovelli, si sono dunque schierati per ripulire le nostre città dall’inciviltà di chi continua, nonostante i portacenere, a gettare per terra le cicche! Un gesto abitudinario questo, che porta a danni incontrollabili sul nostro territorio! Un mozzicone di sigaretta senza filtro impiega ben 6/12 mesi per dissolversi. Se la sigaretta ha il filtro, invece, la storia è molto più lunga… necessita dai 5 ai 12 anni di tempo per la dissoluzione. Nel giro di un paio d’ore piazza XX settembre, piazza Roma, la villa comunale e molte altre strade sono state “ripulite” grazie a tutti i volenterosi!

Un grazie particolare va al cospicuo numero di giovani studenti ed all’associazione “fridaysforfuturemartina” che hanno colorato queste piazze partecipando all’iniziativa con un entusiasmo lodevole a prova del fatto che lo sciopero per l’ambiente tenutosi il giorno, prima stato fosse davvero un atto sentito! Ognuno con un piccolo gesto può fare la differenza per salvare il nostro ambiente e la nostra amata terra, per questo insieme continueremo a diffondere tale buona pratica con la ripetizione dell’evento una volta al mese e con l’impegno costante personale tutti giorni! 


commenti

E tu cosa ne pensi?